Il flauto traverso di Federico Altare

Il giovane musicista con radici murazzanesi studia nei Paesi Bassi. Per il prossimo anno accademico si trasferirà a Parigi. Ha all'attivo importanti collaborazioni in tutta Europa

Il flauto traverso di Federico Altare

MURAZZANO Federico Altare è un giovane musicista di 24 anni. Nato e cresciuto a Torino, ha radici in Langa: suo padre è di Murazzano. Nel paese langarolo, Federico ha sempre trascorso i periodi di vacanza. «Sono cresciuto nell’ambiente di paese», dice il ragazzo.

Federico suona il flauto traverso da quando aveva otto anni. «Ho cantato per molto tempo in diversi cori. Grazie all’associazione Cantascuola, che propone presentazioni nelle scuole, mi sono avvicinato a questo strumento per il quale, a detta degli insegnanti, possedevo una particolare propensione». I suoi primi maestri sono stati Gregorio Tuninetti e Danilo Putrino. Si è in seguito diplomato con lode al conservatorio Guido Cantelli di Novara, dove è stato seguito da Gianni Biocotino.

«Verso i 14 anni non ho più avuto dubbi su quale dovesse essere il mio futuro» spiega il giovane flautista

Il flauto traverso di Federico Altare 1Continua il giovane flautista: «Verso i 14 anni non ho più avuto dubbi, il sogno di diventare musicista ha prevalso su quello di essere ingegnere aeronautico, altra mia passione. Sono grato ai miei genitori per non avermi mai ostacolato». Dopo le superiori, Federico riesce a entrare alla Codarts Rotterdam university for the arts: «Vivo da cinque anni nei Paesi Bassi; l’anno scorso mi sono laureato e ho completato la parte di studi che equivale alla laurea triennale. A settembre mi trasferirò a Parigi per iniziare un master esecutivo. La notizia dell’ammissione mi è stata comunicata da poco e la soddisfazione è davvero grande».

Durante la sua esperienza olandese, Federico ha instaurato importanti collaborazioni: «Nell’anno accademico 2018-2019 ho fatto parte dell’Orchestra filarmonica di Rotterdam, grazie a un progetto di tutoraggio. L’anno successivo, invece, ero nella lista dei sostituti. Purtroppo ora, con le disposizioni sanitarie in vigore, il numero degli integranti dell’orchestra è diminuito. Grazie all’esperienza e alla visibilità ottenuta, ho comunque ricevuto proposte di collaborazione da orchestre tedesche e olandesi».

Federico, in Olanda, si occupa anche dell’organizzazione di eventi con altri musicisti

Federico riesce a mantenersi all’estero grazie al suo talento e impegno, ma anche in virtù della sua intraprendenza: «Ho aperto quello che, nei Paesi Bassi, corrisponde alla partita Iva. La procedura agevola i giovani imprenditori e non ho avuto difficoltà. Mi occupo dell’organizzazione di eventi, principalmente concerti di musica da camera, lavorando con tanti altri musicisti. Quest’anno ho iniziato a dirigere l’orchestra mentre suono, attività per la quale è necessario accumulare molta esperienza. Riesco a pagarmi le spese anche grazie a una piccola borsa di studio concessami dall’associazione Desono di Torino».Il flauto traverso di Federico Altare 2

Recentemente, il musicista è stato tra i dodici finalisti del Tampere flute fest, competizione finlandese per flautisti tra le più importanti al mondo. Per il suo successo hanno contribuito, in parte, gli amici e i conoscenti murazzanesi. Spiega Altare: «Purtroppo, non sono stato tra i premiati della giuria ma, grazie ai numerosi voti ottenuti su Facebook, molti dei quali provenienti dalle Langhe, ho vinto il premio del pubblico. In passato sono arrivato in semifinale al Cluj competition flute in Romania e ho suonato in Spagna e in Francia. L’esperienza che più mi ha toccato resta quella trascorsa nel 2019 con l’Orchestra giovanile d’Olanda: insieme, abbiamo partecipato a una tournée in Austria, dove abbiamo avuto modo di suonare nella sala dorata del Musikverein, quella dove si svolge il Concerto di capodanno. Ripensandoci, mi vengono ancora i brividi».

Per restare aggiornati sulle attività del flautista di origini murazzanesi, è possibile visitare la sua pagina Facebook o il sito federicoaltare.com. Nel suo canale Youtube, invece, gli utenti e gli amici troveranno una parte del suo repertorio, che comprende brani per soli flauti di Bach, Debussy, Berio, Hurel e Maret.

Davide Barile

Banner Gazzetta d'Alba