Una raccolta fondi in ricordo del piccolo Mattia Sartori

Una raccolta fondi in ricordo del piccolo Mattia Sartori

CHERASCO La raccolta fondi finalizzata all’acquisto di un ecografo pediatrico, da donare al reparto di cardiologia infantile dell’ospedale Regina Margherita di Torino, in memoria del piccolo Mattia Sartori, iniziata nel giorno in cui il piccolo avrebbe festeggiato il suo onomastico (14 maggio) ha già raggiunto quota 12.450 euro, sui 45mila necessari per questa sofisticata apparecchiatura. Mattia è morto all’inizio della settimana a causa di una complicazione ischemica connessa all’operazione (la quarta) condotta dall’équipe medica coordinata dal dottor Carlo Pace Napoleone, necessaria a curare la malformazione cardiaca congenita di cui soffriva.

Mattia, che avrebbe compiuto cinque anni il prossimo 21 luglio, aveva saputo affrontare le enormi difficoltà della sua giovane vita con il sorriso sulle labbra, sostenuto in ogni momento da mamma Laura, papà Giuseppe e dal fratello Marco. E quando questo sorriso si è spento per sempre, i suoi genitori non hanno esitato a donare generosamente i suoi organi (cornee e una parte del cuore), per dare una speranza di futuro ad altri bambini. La raccolta fondi, gestita dalla piattaforma Gofundme e coordinata dall’associazione Amici dei bambini cardiopatici Onlus di Torino, ha un obiettivo ambizioso: raggiungere i 45mila euro necessari per l’acquisto dell’ecografo pediatrico di ultima generazione, utile per svolgere diagnosi approfondite nei piccoli pazienti, nati con cardiopatie congenite oppure colpiti da cardiopatie complesse che si manifestano dopo la nascita. Per dare il proprio contributo, oltre al sito, si può utilizzare sia la carta di credito, sia il bonifico bancario.

Valter Manzone

Banner Gazzetta d'Alba