La neve e la spada ovvero le due vite sportive di Daniela Valorzi

La dianese, con un passato da sciatrice, pratica ora la scherma nella società Le spire del lupo di Alba. A Terni si è aggiudicata la medaglia per la settima posizione nella prova di spada Master 1

La neve e la spada ovvero le due vite sportive di Daniela Valorzi

SCHERMA La dianese Daniela Valorzi, classe 1974, l’8 maggio a Terni ha conquistato la settima posizione nella prova nazionale di spada nella categoria Master 1. È la prima medaglia dell’associazione sportiva Le spire del lupo di Alba, che nell’anno sportivo 2020-2021 ha ufficialmente esordito nel circuito di scherma olimpica della federazione. Il nuovo percorso si affianca a quello già consolidato della scherma storica.

Lo scorso anno, a causa dell’emergenza sanitaria erano saltate molte gare. Nella primavera 2021 l’attività è ripartita al Campionato regionale di spada olimpica a Torino, con l’esordio di Davide Chiolero e il ritorno in pedana di Daniela Valorzi. Inoltre nel Campionato regionale Cadetti (15-17 anni) di spada olimpica, sempre a Torino, c’è stata la prima gara di Gabriele Bergui. Intanto continuano gli allenamenti dei più piccoli e degli agonisti, in vista delle gare di scherma storica e olimpica e dei ragazzi di scherma artistica per le prossime riprese cinematografiche.

Daniela Valorzi ha iniziato a praticare la scherma da adulta. Alle spalle ha un passato da sciatrice con numerose vittorie con lo Sci club Alba e con quello di Canale.

La neve e la spada ovvero le due vite sportive di Daniela Valorzi 1
Il momento della premiazione. Daniela Valorzi è la quarta da destra.

Come ti sei avvicinata alla scherma?

«Questo sport mi ha sempre affascinata. Dopo aver seguito le Olimpiadi del 2012, ero alla ricerca di uno sport da praticare. Ho letto una notizia su Gazzetta d’Alba che parlava di un club che proponeva lezioni gratuite di scherma. Ho chiamato, ho seguito le lezioni di prova e poi sono rimasta».

Dopo un passato, sin da piccola, da sciatrice, quando hai iniziato con la scherma?

«Lo sci è sempre nel mio cuore, ma la scherma mi rilassa, mi fa staccare dai pensieri quotidiani. Devo rimanere molto concentrata. Se non sto attenta, prendo stoccate e all’inizio sono lividi!».

Quanti sono gli allenamenti e come riesci a conciliare l’impegno con il resto delle attività quotidiane?

«Mi alleno due volte alla settimana. Le sedute durano due ore e mezza tra preparazione atletica e assalti. Riesco a conciliare con il resto perché la scherma, come detto, mi rilassa e nello stesso tempo mi ricarica di energia. È uno sport che consiglio a tutti: non è di lotta, ma di precisione ed eleganza».

Daniela dimostra che si è sempre in tempo per avvicinarsi alla scherma ed è pronta per scalare i gradini del podio. Per tenersi aggiornati si possono consultare il sito www.lespiredellupo.it e la pagina Facebook “Le spire del lupo scherma Alba”.

Giorgia Barile

Banner Gazzetta d'Alba