Il consiglio approva la riforma dell’Ente Fiera, il comune di Alba esce dall’organizzazione della Fiera del tartufo

Presentata la 91ª edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, 4

ALBA Con 16 voti a favore e 8 contrari (assente giustificata tra i banchi dell’opposizione Anna Chiara Cavallotto), il consiglio comunale approva la riforma dell’Ente Fiera internazionale del tartufo bianco.

Il comune eserciterà il diritto di recesso dall’associazione, nata nel 2003 dalla spinta dell’allora vicesindaco Alberto Cirio. Nel lungo dibattito sono intervenuti i consiglieri di minoranza che hanno sottolineato i rischi che comporta l’uscita dall’Ente Fiera ravvisando la possibilità di una perdita del controllo da parte del Municipio.

La replica è stata affidata al sindaco che ha garantito che il Comune di Alba continuerà a esercitare il proprio ruolo nell’Ente Fiera essendo proprietario del marchio della Fiera e potendo, in base al nuovo statuto, indicare una rosa di tre nomi tra cui dovrà essere scelto il presidente. Bo ha parlato di una questione di legalità che imporrebbe all’ente pubblico di uscire dall’associazione per non rallentare l’attività della stessa.

Su Gazzetta in edicola martedì 28 settembre il resoconto dell’appassionante dibattito nato in consiglio prima della votazione.

Marcello Pasquero

Banner Gazzetta d'Alba