Ultime notizie

Scaldacuore dona coperte, sciarpe e berretti fatti a mano alla Rsa di Santo Stefano Belbo

Scaldacuore dona coperte, sciarpe e berretti fatti a mano alla Rsa di Santo Stefano Belbo 1

SANTO STEFANO BELBO Prosegue il progetto Scaldacuore, l’iniziativa lanciata dalla giovane mamma di Govone Paola Parazzoli che ha dato vita a un gruppo di donne pronte a mettersi a disposizione e a realizzare berrette, coperte, guanti e altri manufatti in lana da donare ad associazioni, ospedali e altre realtà benefiche.

Scaldacuore dona coperte, sciarpe e berretti fatti a mano alla Rsa di Santo Stefano Belbo

Grazie alla condivisione dei messaggi su Facebook l’iniziativa ha raggiunto tutta Italia e oggi ne fanno parte donne che vivono in Piemonte, ma anche in Puglia, nelle Marche e nelle altre regioni. Dopo aver realizzato una prima tranche di 8.500 copertine donate a diversi ospedali italiani, lo scorso anno Scaldacuore si è mobilitato per l’ospedale Ferrero di Verduno, donando coperte e molto altro ai reparti di pediatria e neuropsichiatria infantile, ma anche berretti per le donne sottoposte a chemioterapia, che hanno dovuto affrontare la perdita dei capelli.

In parallelo, continua l’impegno per le case di riposo del territorio: l’ultima consegna di coperte, sciarpe e berretti è stata questa mattina, 13 novembre, alla residenza per anziani di Santo Stefano Belbo. Spiega Paola: «Ora proseguiremo con le consegne ai nonni delle Rsa di Torre Bormida, Levice, Castino e altri comuni di Langa. Nel frattempo, ci stiamo impegnando per realizzare altri manufatti per i bambini con patologie tumorali in cura a Taranto. Ci stiamo muovendo con l’associazione Soleterre Onlus e saremo insieme a loro anche in Ucraina». Conclude la giovane mamma: «Dietro a ogni consegna c’è l’impegno di tante donne, che hanno creduto e continuano a credere nel progetto. Per chi volesse sostenerci, non chiediamo donazioni in denaro: ci sarebbe di grande aiuto ricevere lana, pile e tessuti con cui proseguire la produzione». Per chi fosse interessato, si può contattare Paola all’indirizzo email pparazzoli@gmail.com.

Francesca Pinaffo

Banner Gazzetta d'Alba