Una mano a chi organizza eventi: Alba prepara 100mila euro

ALBA Centomila euro per le associazioni che hanno organizzato manifestazioni con il pubblico durante il 2021, tra chiusure e aperture a mezza capienza, prima del via totale degli eventi culturali da inizio ottobre.

A spiegare è l’assessore al turismo, manifestazioni e città creative Unesco Emanuele Bolla: «Abbiamo deciso di sostenere con forza tutti gli eventi svolti ad Alba nel 2021 con un bando del valore di centomila euro, per finanziare le associazioni che hanno organizzato manifestazioni. Con questo bando riconosciamo un aiuto concreto, attraverso un sistema di richiesta semplice e immediato, che tiene conto delle spese sostenute e liquidate per realizzare gli incontri in modo sicuro e nel rispetto dei protocolli contro la pandemia da Covid-19».

Una mano a chi organizza eventi: Alba prepara 100mila euro
Emanuele Bolla

L’organizzazione di eventi aperti al pubblico, anche nei periodi di allentamento delle restrizioni, è risultata particolarmente complessa, in ragione dell’applicazione dei protocolli anticontagio, che hanno comportato un aumento dei costi e una limitazione degli accessi.

«Chi si è impegnato nel 2021 ha avuto un grande coraggio: per questa ragione abbiamo ritenuto opportuno investire risorse pubbliche per sostenere l’attività di quegli enti senza scopo di lucro che si sono comunque attivati. Essi hanno costituito, infatti, un baluardo importante per la comunità e un significativo segnale di fiducia e di ripartenza», aggiunge il sindaco Carlo Bo. Gli uffici comunali hanno predisposto un bando che può intervenire sulle spese. I soggetti beneficiari sono: enti senza scopo di lucro, aventi sede legale interna o esterna al Comune di Alba, che abbiano organizzato appuntamenti in città nel periodo compreso tra il primo gennaio 2021 e il 9 dicembre 2021.

Nelle richieste possono rientrare i canoni di concessione per l’occupazione di suolo pubblico, di affitto o altro (per il teatro sociale Busca è stato predisposto un apposito bando), le spese di sanificazione, igienizzazione, allestimento e vigilanza legate alla normativa sanitaria e anche le tariffe Siae.
Il contributo non potrà superare il 50 per cento degli investimenti effettivamente sostenuti (solo per la sanificazione e i diritti Siae si potrà arrivare al 100 per cento). Il versamento massimo stanziabile è comunque di 15mila euro. Potrà essere assegnato un ulteriore aiuto straordinario, non superiore a 5mila euro, qualora la somma dei fondi a disposizione non dovesse esaurire il budget previsto dal Comune.
Le istanze pervenute saranno collocate in graduatoria secondo l’ordine cronologico di ricezione, sino all’esaurimento dello stanziamento complessivo.

Marcello Pasquero

Banner Gazzetta d'Alba