Bra: sinergie vincenti per i giovani del domani! Il dono: atto d’amore a 360°

Bra: sinergie vincenti per i giovani del domani! Il dono: atto d'amore a 360°

BRA Grande soddisfazione in casa AIDO. Con un interessante idea progettuale raccolta e ben concretizzata dalla Città di Bra, dal Ministero dell’Istruzione di Cuneo ed il prezioso sostegno della Fondazione CRT del Presidente Giovanni Quaglia, l’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule Gruppo Comunale di Bra ha avuto possibilità ed occasione di confrontarsi con gli Istituti Comprensivi di Bra 1 e Bra 2.

Grazie ad un tavolo di lavoro coeso e determinato che ha visto la presenza attiva del Sindaco Gianni Fogliato, del Coordinatore Ufficio Educazione Fisica MI Cuneo Marcello Strizzi delegato dal Dirigente Scolastico Provinciale Maria Teresa Furci e la fattiva collaborazione di Claudia Camagna e Patrizia Donato La Vitola massimi referenti rispettivamente degli Istituti Comprensivi Bra 1 e Bra 2, si è dato attuazione ad un programma che con il supporto di strumenti informatici evoluti consentirà di portare cultura in remoto (dad) od in presenza a famiglie in stato di bisogno a cui saranno veicolate anche utili informazioni legati ad un argomento delicato: il “dono” atto d’amore a 360°.

Prezioso il supporto della società BSpace srl, in particolare di Alessandro Genta, che fornirà nel tempo un’assistenza informatica dando così certezza di continuità progettuale.

«AIDO è realtà che da tempo opera nel settore sanitario svolgendo un servizio di certo fondamentale ed utile alla comunità ed al sociale. Mai come in questa occasione il Gruppo Comunale di Bra  ha avuto ed avrà la possibilità di interagire principalmente con studenti delle elementari portando quelle informazioni che senza timori e paure faciliterà la comprensione ed il significato di un gesto generoso qual’è la donazione di organi, tessuti e cellule, azione efficiente ed efficace di tutela della vita»- dice il Presidente Gianfranco Vergnano a cui fà eco il Vice Presidente Vicario Sergio Provera – «In casa AIDO siamo fermamente convinti che le sinergie in particolare quelle profuse a favore dei giovani del domani son preziose e mai come in questa occasione aver avuto partner istituzionali e prestigiosi che hanno creduto nella nostra proposta a favore della comunità braidese, e non solo, è un onore che ha permesso e permetterà di dar attuazione ad una mission associativa in cui crediamo fortemente certi anche in questa occasione di aver dato e di dare una speranza di vita ai 8.219 malati ed in particolare ai 222 bimbi in lista d’attesa per un trapianto».  

«Da tempo l’Amministrazione Comunale di Bra pone grande attenzione ad ogni iniziativa legata al sociale ed a soggetti più fragili e deboli e mai come in questa occasione, la collaborazione attuata con la viva e valente squadra AIDO evidenzia che, facendo rete e mettendo in campo impegno, lavoro e determinazione si possano moltiplicare i risultati» – conclude il Sindaco Gianni Fogliato. 

Lino Ferrero

 

Banner Gazzetta d'Alba