Ultime notizie

La riunione della presidenza provinciale Acli all’Enaip di Cuneo

La riunione della presidenza provinciale Acli all'Enaip di Cuneo

CUNEO Martedì 22 febbraio la presidenza provinciale Acli di Cuneo si è riunita presso l’Ente Acli istruzione professionale (Enaip) in corso Garibaldi. Ad accogliere i consiglieri di presidenza è stata la direttrice Alessia Cesana, che guida la scuola dal 1° gennaio del 2021, e che, oltre ad illustrare le caratteristiche principali dell’istituto, ha fatto visitare agli intervenuti i locali in cui si svolge quotidianamente l’attività formativa. Attualmente l’Enaip è una scuola con 39 dipendenti, ma che, con i consulenti e collaboratori esterni raggiunge i 160 docenti. L’attività formativa è molto articolata e va dai corsi veri e propri per i 350 ragazzi che frequentano in età di obbligo scolastico, agli adulti che hanno bisogno di riorientamento e riqualificazione, magari perché hanno perso il lavoro o sono in cassaintegrazione o in condizione di svantaggio e necessitano di evolvere professionalmente. In tutto, circa 800 persone ruotano in questa grande realtà che si occupa anche dell’orientamento dei ragazzi che devono scegliere dopo la terza media o provengono da altri istituti. Sono 19 le classi, sei i settori formativi della durata di 3 anni e uno (meccanici) con il quarto. Due riguardano proprio i meccanici (di cui uno con molte ore di stage, fin dal secondo anno), uno l’idraulico, uno l’elettrico e poi ci sono i settori ristorazione e sala bar.

La riunione della presidenza provinciale Acli all'Enaip di Cuneo 1
La direttrice Enaip, Alessia Cesana.

Alessia Cesena ha detto: «Il sogno di Enaip è quello di accompagnare la vita scolastica e lavorativa della persona. Per i ragazzi, per esempio quelli che frequentano i corsi nel settore meccanico, raggiunto il terzo anno, c’è la possibilità di frequentare il quarto, che rilascia un diploma professionale, oppure iscriversi a una scuola superiore; proprio per favorire questa dinamica, stiamo cercando di creare delle reti più strutturate con gli istituti del territorio».

I corsi per adulti si svolgono dal lunedì al sabato mattina: sono attivi corsi di tecnico sistemista delle reti, operatore Cad, tecnico per l’attività di gommista, addetto di magazzino, paghe e contributi e contabilità, grafico web e altri, che danno una professionalità elevata e che sono rivolti a un preciso target di professionisti, magari periti, geometri, architetti o ingegneri (es. tecnico di sistemi BIM). Sono corsi rivolti a chi ha la terza media, una qualifica o un diploma. Insomma, ci sono possibilità per tutti. Numerose sono anche le ragazze e le donne iscritte ai corsi all’Enaip, che conta su due figure interne che si occupano delle pari opportunità e una referente dell’antidiscriminazione. Attualmente, per la maggior parte, sono iscritte ai corsi per addetto al magazzino, e, nei serali per disoccupati, all’operatore specializzato in paghe e contributi, al tecnico specializzato amministrazione per piccola e media impresa o tecnico specializzato in user experience design.

Prosegue la direttrice: «Con le aziende del territorio sono stati consolidati negli anni dei rapporti molto validi. Noi portiamo loro dei ragazzi preparati e spesso, dopo lo stage, vengono già cooptati dai datori di lavoro e questo è estremamente gratificante per noi, che sappiamo di poterli guidare alla qualifica e poi subito al lavoro». A volte sono le aziende stesse che prendono contatti per richiedere determinati tipi di formazione o di persone da inserire nei loro organici. «Ho accettato questo ruolo di direzione perché ho uno staff incredibile che lavora col cuore e ha una vera vocazione per quello che fa: insomma, posso contare su una squadra molto valida».

 

Banner Gazzetta d'Alba