Torna a Narzole la fiaccolata in ricordo del’eccidio del 26 aprile 1945

Torna a Narzole la fiaccolata in ricordo del'eccidio del 26 aprile 1945

NARZOLE Si è nuovamente svolta, dopo due anni di interruzione a causa del Covid-19, alle 20.45 di ieri (domenica24 aprile), la fiaccolata, organizzata dall’Amministrazione e dal gruppo Alpini, in memoria delle vittime dell’eccidio tedesco del 26 aprile 1945.Torna a Narzole la fiaccolata in ricordo del'eccidio del 26 aprile 1945 3

Quella mattina di settantasette anni fa una colonna di soldati della 34esima divisione Brandenburg della Wehrmacht, in ritirata dalla Liguria verso Torino, scontratasi alle porte dell’abitato con una formazione partigiana – diretta anch’essa verso il capoluogo regionale dove era in corso l’insurrezione generale delle forze del Cln – riversò sugli abitanti del paese la rabbia per l’uccisione di un maresciallo, sulla strada verso Bene Vagienna. I soldati irruppero in paese uccidendo cinque persone per le vie e altre otto in località Chiabotti, sulla strada che dall’abitato discende verso la stazione ferroviaria: quel tragico episodio viene commemorato, nell’imminenza del 25 aprile, con una processione sul tragitto percorso dalle vittime.

In silenzio, preceduti dal gonfalone, gli abitanti e gli amministratori, guidati dalla Sindaca Paola Sguazzini, hanno raggiunto il luogo dell’eccidio e la lapide per un momento di raccoglimento.

Torna a Narzole la fiaccolata in ricordo del'eccidio del 26 aprile 1945 2Torna a Narzole la fiaccolata in ricordo del'eccidio del 26 aprile 1945 1

 

Le celebrazioni sono proseguita stamane, alle 10, (domenica 25 aprile) con il corteo per le vie dell’abitato fino al monumento ai caduti di piazza Giovanni XXIII. Alle 16, nei locali di casa Balocco, verrà presentato il libro Lui Edna io Daniel, realizzato nel 2021 dalle quinte elementari del plesso locale, terzo classificato al premio nazionale Luci nel buio della Shoah.

Davide Gallesio

Banner Gazzetta d'Alba