Roccaverano è città del formaggio 2022

Roccaverano è città del formaggio 2022 4

LANGA ASTIGIANA Si è svolta nei giorni scorsi la cerimonia ufficiale che consacra Roccaverano a Città del formaggio 2022. Il presidente dell’Onaf, l’Organizzazione nazionale degli assaggiatori di formaggi, Pier Carlo Adami, ha consegnato al sindaco, Fabio Vergellato, il cartello che sarà collocato all’ingresso del paese vetta della Langa astigiana e duplicato sul muro della scuola, vetrina dedicata alla Roccaverano dop, in una delle più belle piazze del Piemonte. «Roccaverano non è solo una cittadina, ma anche un prodotto, la dop del suo territorio», spiega il primo cittadino, che aggiunge: «È dunque un nome che si compone di due anime, quella del luogo e quella casearia, che si fondono e si esaltano a vicenda, interpretando perfettamente la simbiosi delle due essenze che vivono in noi».

Roccaverano è città del formaggio 2022 3
Da sinistra: Fabrizio Garbarino (presidente del Consorzio di tutela del formaggio Robiola di Roccaverano Dop), Marco Protopapa (assessore regionale all’Agricoltura), Fabio Carosso (vicepresidente della Regione Piemonte), Fabio Vergellato (sindaco di Roccaverano) e Pier Carlo Adami (presidente nazionale dell’Onaf).

Il prestigioso riconoscimento accredita Roccaverano come territorio profondamente legato al suo prodotto caseario principe, la robiola, celebrato dalla scuola e dalle numerose iniziative portate avanti dal Consorzio di tutela, il cui presidente Fabrizio Garbarino sottolinea: «Accanto a noi sono premiati nomi blasonati, come l’Asiago o le mozzarelle di Gioia del Colle; far parte di questa rete di eccellenze ci onora e conferma il nostro posizionamento come prodotto di qualità e come territorio d’interesse turistico, un binomio nel quale crediamo profondamente, così come confidiamo nel valore della rete Onaf».

Fabio Gallina

Banner Gazzetta d'Alba