Ultime notizie

Gino e Michi vincono il rally storico delle Valli cuneesi

SALUZZO L’imprenditore Alessandro Gino di nuovo re del rally storico delle Valli cuneesi. Navigato da Daniele Michi, su Bmw M3, si è aggiudicato sabato sera a Saluzzo la gara organizzata dallo Sport rally team di Piero Capello. Ha chiuso con un tempo totale di 51’07.6, vincendo tre delle sei prove speciali allestite sulle strade occitane dell’antico Marchesato, per complessivi 70 chilometri circa, su un percorso globale di 243 km. Gino era già stato vincitore assoluto di tre edizioni del rally quando si correva con le vetture moderne, e poi ancora l’anno scorso, già in versione storica.

Gino e Michi vincono il rally storico delle Valli cuneesi

Seconda piazza, a 20”2, per i biellesi Marco Bertinotti e Davide Rondi, su Porsche 911 RS (scuderia Rally & Co), che hanno siglato due tratti cronometrati. Gradino più basso del podio per Giorgio Bernardi, navigato dal saluzzese Paolo Allamandi su Subaru Legacy 4wd a 58″9 (Sport & comunicazione), giunti anche primi fra gli under 30. Fra le varie categorie, Gino primo di Raggruppamento 4, Bertinotti primo di Raggruppamento 2, e Pastrone, il decimo assoluto, primo di Raggruppamento 3.

Quasi 70 gli equipaggi al via, sabato mattina. La gara, seguita da un folto pubblico, era valida per Trz, Trofeo rally di 1° zona, memory Nino Fornaca, Historic rally cup Michelin e Coppa 127 Pro energy per quanto riguarda il rally storico, e per la North west regularity cup per la regolarità rally, competizione che ha seguito il rally storico, con una ventina di partecipanti.

In questo caso, per la media 60 vittoria di Maurizio Vellano e Ottavio Molina su Audi 80, primi con 780 penalità mentre per la media 50, con sole 259 penalità raccolte a bordo di Peugeot 205 Gti, la coppa è di Fabio e Paolo Verdona.

Il Valli cuneesi regala ai protagonisti vari premi. Ad aggiudicarsi la vittoria nell’Historic rally cup Michelin con vetture gommate con pneumatici da tredici pollici è il torinese Paolo Pastrone, undicesimo assoluto su Opel Kadett Gte, assistito alle note da Luca Pieri. Nell’Historic rally cup Michelin, successo per il biellese Claudio Azzari che, in equipaggio con Lorenzo Chiodi, ferma la sua Porsche 911 Rs al venticinquesimo posto della classifica assoluta. Il memory Nino Fornaca è del cuneese Davide Aime in coppia con Sara Oliveri su Peugeot 205 Rallye. Nella bella sfida tra Fiat 127 che ha animato la Coppa 127 Pro energy, ad avere la meglio è il pavese Daniele Ruggeri navigato da Martina Marzi. Il premio di equipaggio femminile più veloce di questa edizione va alle cuneesi Laura Galliano e Camilla Gallese su Peugeot 205 Rallye.

La gara, svoltasi senza incidenti, è stata soleggiata fino alla fine, salvo il diluvio invece all’arrivo di Saluzzo. È stata conclusa da 49 equipaggi del rally storico sui 66 partiti e da 16 su 18 della regolarità.

Banner Gazzetta d'Alba