Più famiglie e bambini

Aumentano gli abitanti di Montà, con un saldo attivo di 25 unità. Infatti alla fine del 2011 il totale registrato era di 4.737 contro i 4.712 del 2010 (nel 2009 erano 4.641). Le esponenti femminili (2.430) prevalgono sui maschi (2.307) mentre le famiglie registrate all’Anagrafe sono 1.894 (erano 50 in meno nel 2009).

La popolazione dei minorenni ammonta a 871 con 446 femmine e 425 maschi con un balzo in su di 50 unità rispetto al 2010 che a livello percentuale significa quasi il 19% sul totale. Le nascite nel 2011 sono state ben 43 (26 maschi e 17 femmine) in leggero aumento rispetto al 2010 quando furono 40. I decessi sono stati 48 (25 maschi e 23 femmine) in calo rispetto ai 50 del 2010. Saldo positivo di 19 unità nel computo tra chi è arrivato (152) e chi è andato via dal paese (133). Ma è alla voce stranieri che si registra l’aumento più consistente rispetto al 2010.

Nell’ultimo anno infatti il totale ha raggiunto le 563 unità (contro i 500 del 2010 e i 443 del 2009) con 282 maschi e 281 femmine. Un dato che porta la percentuale di stranieri al 12% sul totale degli abitanti. Ancora una volta è la comunità rumena quella più numerosa, con 288 residenti (148 maschi e 140 femmine), che nel giro di due anni è aumentata di un centinaio di unità (erano 229 nel 2010 e 190 nel 2009).

Seguono gli albanesi con 153 (78 maschi e 75 femmine) contro i 151 dell’anno prima. Quindi ci sono i marocchini, 78 (42 maschi e 36 femmine) a più quattro rispetto al 2010. Sono inoltre presenti piccole minoranze (da 1 a un massimo di 5) di algerini, argentini, brasiliani, bulgari, cubani, congolesi, dominicani, ecuadoriani, filippini, francesi, inglesi, macedoni, moldavi, nigeriani, peruviani, polacchi, russi, cingalesi, tedeschi, tunisini e ucraini.

Giorgio Babbiotti