Con Progetto Emmaus doppia festa all’asilo delle suore di Mussotto

 1
Il grande girotondo della festa dei nonni all'asilo Nostra Signora del Suffragio di Mussotto

MUSSOTTO Doppio festeggiamento, domenica 23 settembre, per la scuola dell’infanzia Nostra Signora del Suffragio, nella quale, alle ore 16.30, verranno inaugurati i locali completamente ristrutturati al piano superiore e la cooperativa Progetto Emmaus spegnerà dieci candeline, a simboleggiare i 10 anni di gestione della scuola. Tanto è passato, infatti, da quando le Suore minime del Suffragio, che 80 anni prima avevano aperto lo storico asilo mussottese, passarono il testimone alla cooperativa presieduta da Armando Bianco.
Da allora, oltre 170 bambini appartenenti a 150 famiglie, hanno giocato nelle aule al piano terreno e nel vasto parco dell’asilo, senza contare i molti che si sono rivolti alla struttura per partecipare ai laboratori pomeridiani invernali o alle attività di estate bimbi.
«Abbiamo raccolto la sfida con entusiasmo», ricordano dalla cooperativa e proseguono: «Grazie all’impegno delle insegnanti di ieri e di oggi, della responsabile Doriana Cencio, dell’attuale Consiglio di amministrazione, di tutti i soci e delle famiglie che hanno dimostrato fiducia verso di noi, eccoci a festeggiare insieme due importanti eventi: i nostri primi 10 anni qui e l’adeguamento degli ambienti al piano superiore per poter offrire ai nostri bambini e alle loro famiglie nuovi spazi per i laboratori, per gli incontri individuali o di gruppo con esperti». Grazie al consistente contributo erogato dalla fondazione Crc, che ha permesso di avviare a marzo 2017 un’imponente opera di ristrutturazione, sono stati ripensati gli spazi, non solo mettendo a norma il piano superiore, che ora si potrà utilizzare pienamente, anche grazie alle scale antincendio e all’ascensore interno, ma anche ripensare l’utilizzo dei saloni al pian terreno, creandovi un dormitorio e due sezioni, vaste e colorate, perfette per le attività dei bimbi.
Il direttivo della cooperativa prosegue, annunciando: «Il nostro sogno è rendere questa bellissima casa e il suo parco un polo dedicato all’infanzia e alle famiglie, in collaborazione con altre realtà della cooperativa che si occupano di educativa territoriale».
Dalle ore 16.30,i cancelli dell’asilo si apriranno, per permettere a tutti di visitare i locali della scuola, gustare la merenda e divertirsi con le animazioni dedicate ai bambini e ai genitori.
v.p.

Banner Gazzetta d'Alba