In arrivo un milione di euro per potenziare la radioterapia a Cuneo

In arrivo un milione di euro per potenziare la radioterapia a Cuneo

CUNEO La Regione Piemonte stanzia un milione di euro per l’acquisto di un nuovo acceleratore lineare per la radioterapia volumetrica, che sarà utilizzato all’ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo. Lo stabilisce una delibera presentata dall’assessore alla sanità Antonio Saitta e approvata venerdì 12 ottobre dalla Giunta regionale.

Il finanziamento va così a completare le risorse già messe a disposizione dalla fondazione Cassa di risparmio di Cuneo e dalla stessa Regione nell’ambito del progetto di radioterapia per la Provincia di Cuneo e per l’area Sud-Ovest, che ha come obiettivo il potenziamento del servizio nell’azienda ospedaliera Santa Croce e Carle e nel territorio dell’Asl Cn2.

Il piano prevede l’acquisto di due acceleratori lineari dal costo di 2 milioni di euro l’uno, che saranno utilizzati a Cuneo e nel nuovo ospedale di Verduno. Metà della spesa complessiva (4 milioni di euro) è a carico della Regione, metà a carico della Fondazione Crc.

«Con questo stanziamento e grazie al contributo della fondazione Crc», sottolinea Saitta, «si concretizza un progetto estremamente importante per il potenziamento del servizio di radioterapia che diventerà effettivo con l’apertura del secondo acceleratore nell’ospedale di Verduno».

 

Banner Gazzetta d'Alba