Più vicina la cima della torre di Corneliano

Meteo: nel fine settimana previsto tempo di stampo estivo

CORNELIANO La fondazione Torre di Corneliano Onlus ha reso noto che inizieranno nei prossimi mesi gli interventi per l’installazione di una scala elicoidale all’interno della torre decagonale per permettere di raggiungerne la sommità. L’annuncio è dato dal presidente della fondazione, Alessandro Torreri, che spiega: «Potremo proseguire con i lavori grazie allo stanziamento di contributi economici importanti: 20mila euro dalla Compagnia di San Paolo, altri 20mila dalla fondazione Cassa di risparmio di Torino e ulteriori 5mila della fondazione Cassa di risparmio di Cuneo».

Dopo il successo delle visite guidate alla torre del tredicesimo secolo nei fine settimana estivi e la partecipazione di oltre 250 persone al concerto del 16 settembre, ora si attendono le aperture per la prossima primavera. Sono positivi anche i dati che arrivano dal sito Web www.torredicorneliano.it, che, dal 2015 a oggi, ha registrato 27mila visite e circa 5 milioni e 800mila contatti, mentre gli Amici della torre (il gruppo che sostiene l’operato della fondazione) contano 630 iscritti.
Altre buone notizie giungono dai proventi del cinque per mille del 2016, con 4.800 euro che saranno versati nelle casse della fondazione nei prossimi mesi. Inoltre ci sono le donazioni private (possibili sul conto corrente di Banca d’Alba attraverso il codice Iban IT71O0853046220 000330107997): 10.950 euro per il 2014, 19mila nel 2015, 6.550 nel 2016, 5mila nel 2017 e 2.420 dall’inizio di quest’anno fino a oggi.

«Se i lavori di messa in sicurezza e ripristino, nonché l’importante intervento sulla strada d’accesso, hanno occupato la mia mente e il cuore negli ultimi anni, vorrei anche ricordare l’operato delle Amministrazioni comunali che hanno provveduto al consolidamento dei versanti», evidenzia Torreri.
Conclude il presidente della fondazione: «Ora buona parte del lavoro è fatto. Occorre concentrare l’attenzione sulla promozione del sito per incrementare l’interesse che può suscitare nel pubblico». Per le visite guidate è possibile contattare i numeri di telefono 333-98.77.501, oppure 338-96.54.524.

Francesca Gerbi

Banner Gazzetta d'Alba