Poste italiane: gli interventi nei piccoli paesi sono consultabili on line

Poste ha incontrato i sindaci a Roma: nessuna chiusura e potenziamento dei servizi

POSTE E’ consultabile da oggi all’indirizzo www.posteitaliane.it/piccoli-comuni il nuovo portale web che aggiorna in tempo reale gli obiettivi del programma realizzato nei Comuni con meno di 5mila abitanti, annunciato dall’amministratore delegato Matteo Del Fante ai sindaci il 26 novembre scorso.

Accanto alla conferma dell’impegno a non chiudere alcun ufficio postale nei Comuni con meno di 5mila abitanti, il nuovo portale elenca già oggi l’installazione di 102 nuovi Atm Postamat in altrettanti Comuni, di 1.817 nuove cassette postali in 1.278 Comuni, di 1.304 spot Wi-fi in 1.211 Comuni, di 938 impianti di videosorveglianza in 477 Comuni, oltre all’abbattimento di 157 barriere architettoniche in 151 Comuni, nonché la creazione di un ufficio centrale dedicato al dialogo con i piccoli Comuni.

«Nell’incontro del novembre scorso avevamo promesso maggiore efficienza nei nostri 12.800 uffici postali presso i quali accogliamo ogni giorno 1,5 milioni di persone: con il portale dedicato a questo progetto vogliamo dare conto, giorno dopo giorno, in modo trasparente e immediato della realizzazione dei nostri obiettivi e delle nostre promesse», ha detto l’amministratore delegato di Poste italiane, Matteo Del Fante

Aggiunge il vicedirettore generale di Poste italiane, Giuseppe Lasco: «A pochi mesi dal nostro incontro con l’Italia dei piccoli Comuni abbiamo voluto dare un segno visibile della nostra vicinanza al territorio e della nostra sensibilità per le istanze locali. L’iniziativa è coerente con l’attenzione che da sempre l’Azienda riserva alle comunità e alle aree meno densamente popolate».

Il nuovo sito ospita una prima sezione dedicata ai dati in evidenza, contenente i più importanti dati aggregati per ciascun impegno soddisfatto, e periodicamente aggiornata con l’avanzamento del programma;  una seconda sezione riepiloga gli impegni in dettaglio, con una panoramica su tutte le iniziative che compongono il programma; una terza sezione (cerca Comune), offre invece la possibilità di visualizzare gli impegni realizzati per ciascuno delle migliaia dei piccoli Comuni: basta digitare il nome del Comune e in tempo reale appare l’aggiornamento. E’ infine presente una quarta sezione di news, che raccoglie una rassegna multimediale delle notizie principali dedicate al progetto.

 

Banner Gazzetta d'Alba