Sobrero: «Sono felicissimo. Stavo bene e sono andato forte»

Sobrero: «Sono felicissimo. Stavo bene e sono andato forte»

CICLISMO «Stavo bene, il percorso era adatto a me, sono andato forte». Matteo Sobrero è di poche parole anche dopo aver ottenuto quella che, fino a questo momento, è la vittoria più importante della sua giovane carriera. Il corridore di Montelupo Albese, al telefono, poche ore dopo aver indossato la maglia tricolore Under 23 a cronometro, aggiunge: «Sono felicissimo. E’ il mio primo titolo italiano. Nelle ultime tappe del Giro d’Italia (terminato domenica scorsa, nda) ho tentato qualche fuga e ho ottenuto anche un quarto posto di tappa, ma ero già concentrato su questa prova. A cronometro mi trovo bene e da allievo e juniores ne avevo già vinte alcune. Sono contento anche per la squadra: abbiamo piazzato tre corridori nei primi dieci». Oltre al primo posto di Sobrero la Dimension Data for Qhubeka ha incassato anche il quinto di Alexander Konychev e il nono di Luca Mozzato.

Il percorso della cronometro era particolarmente adatto a corridori completi come Sobrero. Non era una prova piatta, adatta ai cronomen di pura potenza. Sui 20 chilometri da Camaiore a Corsanico i primi 15 erano pianeggianti, poi c’era una salita di 5 chilometri nel finale e Sobrero ha imposto al sua legge, registrando il miglior intertempo anche nel tratto pianeggiante e chiudendo con 1’01” di vantaggio sul secondo classificato Giovanni Aleotti.

Sobrero: «Sono felicissimo. Stavo bene e sono andato forte» 1

Domenica è in programma la prova in linea e Sobrero non sembra ancora appagato.  «La prova in linea  è sempre un’incognita, ma il percorso è molto duro e mi piace. Ci provo e vediamo cosa succede», afferma Sobrero, che con la vittoria ai Campionati italiani è a quota quattro successi in stagione dopo Strade Bianche di Romagna, Coppa Fiera di Palio di Mercatale e Palio del Recioto.

Domenica tornerà in gara anche Massimo Rosa (Neri sottoli Ktm Selle Italia), che in Val di Taro (Parma) parteciperà alla prova in linea del Campionato italiano professionisti.

Corrado Olocco  

Banner Gazzetta d'Alba