L’Agenzia per la mobilità conferma la ripresa del treno Bra-Alba delle 7.08 da settembre

Trenitalia: 15 nuovi treni sulle linee piemontesi nel 2020 1

TORINO Non rimarranno a piedi gli studenti di Bra che utilizzano il treno delle 7.08 per raggiungere Alba in tempo per la prima ora di lezione a scuola. Lo conferma il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio: «Mi sono immediatamente attivato con l’assessore ai trasporti Gabusi per una verifica della situazione. Il treno degli studenti non è soppresso. La corsa è stata solo sospesa in corrispondenza della chiusura delle scuole e riprenderà alla riapertura dell’anno scolastico il 9 settembre. Parallelamente si sta già lavorando per individuare un piano di trasporto che anche in futuro tuteli gli studenti e le loro famiglie».

L’Agenzia della mobilità piemontese ha infatti realizzato uno studio sulla frequentazione del treno rilevando numeri che lo fanno dichiarare antieconomico e ne inducono la conseguente soppressione. Ma non nell’immediato.

È stato perciò avviato un dialogo con le scuole locali per individuare una soluzione condivisa. Un posticipo degli orari di ingresso e uscita delle scuole di 5 minuti permetterebbe di servire in modo efficace gli studenti, che potranno utilizzare il treno successivo, con partenza da Bra alle 7.31 e arrivo ad Alba alle 7.53. Il treno delle 7.31 è più grande e confortevole di quello precedente e potrà accogliere comodamente i circa 110-120 passeggeri che lo utilizzano che quotidianamente, garantendo inoltre un tasso di puntualità molto elevato. Il posticipo dell’orario di uscita dalla scuola, infine, non dovrebbe creare particolari problemi in quanto è già attivo un treno con partenza da Alba alle ore 14.07.

«Il dialogo con le scuole è stato senz’altro positivo – sottolinea l’assessore Gabusi – e porterà ad una variazione dell’attuale orario dei treni del mattino, ma certamente non per quest’anno. Non va dimenticato che con la futura variazione gli studenti che usano il treno guadagneranno circa 20 minuti di tempo al mattino, partendo da Bra alle 7.31 invece che alle 7.08. Inoltre, servire le scuole di Alba con il treno cadenzato permetterà di utilizzare tutti i collegamenti che confluiscono nel nodo di Bra in coincidenza al minuto 30, allargando il bacino potenziale delle scuole di Alba e rendendo più efficiente la rete del traporto pubblico locale. In ogni caso, riparleremo della razionalizzazione delle corse tra Bra ed Alba solo quando le scuole saranno pronte per modificare gli orari di ingresso e uscita».

L’Agenzia della mobilità piemontese ha dato la piena disponibilità a proseguire il servizio fino a quando necessario e Trenitalia ha fatto i passaggi con Rfi per mantenere inalterata la frequenza del treno.

Banner Gazzetta d'Alba