L’uomo investito dal treno a Cà del Bosco è Sem Ben Ali, braidese di 32 anni

Trenitalia: 15 nuovi treni sulle linee piemontesi nel 2020 1

BRA Si chiamava Sem Ben Ali, aveva 32 anni viveva a Bra. Stava facendo jogging nei pressi del passaggio a livello di Cà del Bosco quando il convoglio che stava sopraggiungendo da Sommariva Bosco lo ha travolto.

Il giovane di origini marocchine probabilmente aveva le cuffiette nelle orecchie e non si è accorto del treno in arrivo nel momento in cui ha attraversato i binari.

Davide Gallesio
Walter Manzone

Una raccolta fondi per rimpatriare la salma di Sem Ben Ali

“Accompagniamo Sami nel suo ultimo viaggio in Marocco”. È l’appello lanciato da Abderrahmane Amajou sulla piattaforma GoFundMe. “La notizia della morte di Sem Ben Ali ci ha lasciato tutti tristi – spiega – Vorrei chiedere a tutti di dare un segnale di vicinanza alla famiglia”.

Sem, per tutti Sami, è stato investito sabato scorso da un treno a Bra nei pressi di un passaggio a livello. Era uscito di casa per fare jogging e non si è accorto dell’arrivo del treno nel momento in cui ha attraversato i binari. “La salma di Sami, sarà trasferita in Marocco e i costi sono onerosi per la sola famiglia – continua Abderrahmane – Qualche settimana fa Sami aveva deciso dopo anni all’estero, di ritornare a Bra. Suo padre è venuto a mancare improvvisamente e non ha voluto lasciare la famiglia nel dolore. Per tutti noi, riaverlo in città è stato bello”.

Amici di scuola, compagni di calcio, genitori, professori, tanti i messaggi di cordoglio. “Il minimo che possiamo fare – conclude l’appello – è cercare di alleviare ai tuoi cari questa fase pesante, proprio come tu hai fatto, lasciando la Germania per stare vicino a loro”. La raccolta fondi, che ha un obiettivo di 5.000 euro, servirà per coprire le spese del funerale e il trasporto della bara in Marocco. La campagna è raggiungibile al link https://www.gofundme.com/f/sami-sempre-nel-nostro-cuore

Banner Gazzetta d'Alba