Nuovi comandanti dei carabinieri: si presentano il colonnello Del Gaudio e il capitano Caputo

CUNEO «Una provincia ricca e accogliente dove esiste un buon rapporto fra popolazione forze dell’ordine; indirizzo che intendo mantenere proseguendo la politica di prossimità ai cittadini impostata dal mio predecessore il colonnello Italiano». Sono queste le prime dichiarazioni dinnanzi alla stampa del colonnello Pasquale Del Gaudio che dalla prima decade di settembre ha sostituito il parigrado Rocco Italiano al vertice del Comando provinciale dell’Arma.

Nuovi comandanti dei carabinieri: si presentano il colonnello Del Gaudio e il capitano Caputo
Da sinistra: Maurizio Tosco, Pasquale Del Gaudio e Massimo Caputo.

La presentazione del nuovo comandante è avvenuta nel corso dell’incontro con i giornalisti il 13 settembre presso la caserma Gonzaga di corso Soleri nel capoluogo è stata l’occasione per un sommario rendiconto sulla situazione sicurezza nella Granda.

«Gli indicatori relativi ai fatti delittuosi sono in calo da qualche anno tendenza confermata anche per quanto riguarda il semestre appena trascorso. Non si riscontrano, inoltre, situazioni di particolare emergenza sul territorio: La nostra attenzione sarà rivolta verso i reati contro il patrimonio in un’ottica di contenimento attraverso un maggiore dispiegamento sul territorio» ha proseguito l’ufficiale.

Del Gaudio arriva a Cuneo dopo 3 anni trascorsi al comando provinciale di Lecco. Ha 47 anni, è originario della provincia di Avellino ed è stato in servizio a Campobasso, Pescara e per 6 anni al Reparto operativo di Foggia. «Una realtà con un territorio esteso quasi quanto quello cuneese, il terzo a livello nazionale, con problematiche e un tessuto sociale completamente diverse da quest’area ben organizzata, laboriosa e sicura» ha proseguito il colonnello che ha all’attivo anche due anni di esperienza nel nucleo scorte a Milano.

«Questa è la terza volta che subentro al colonnello Italiano al quale mi unisce un rapporto di stima e profonda amicizia». Con questo aneddoto ha concluso il suo intervento il nuovo comandante provinciale.

«Sono felice per questa destinazione, l’impressione è positiva sia a livello di tessuto sociale che sul fronte sicurezza». Le parole sono di Massimo Caputo, 45 anni, dal 6 settembre subentrato al capitano Roberto Di Nunzio (promosso al grado di maggiore con nuovo incarico nel torinese) insediato al comando della Compagnia di

. «Dopo aver trascorso 10 anni nei reparti mobili dell’Arma mi sono avvicinato all’ambito giudiziario, mi trovavo a Genova dal 2003», ha proseguito il capitano, “spezzino” con origini campane che nel capoluogo ligure ha rivestito l’ultimo incarico dirigendo il nucleo operativo urbano di San Martino.

Nel corso dell’appuntamento ha trovato spazio anche la presentazione ufficiale del nuovo comandante della Compagnia di Borgo San Dalmazzo, il 49enne Maurizio Tosco, palermitano d’origine, passati incarichi di comando nell’isola. «Arrivo a Borgo con entusiasmo motivato a proseguire sulla strada della vicinanza ai cittadini».

Davide Gallesio 

Banner Gazzetta d'Alba