Tenta un furto da Terranova, in via Maestra, inseguito e bloccato dalla Municipale albese

Il comune di Alba cerca un agente di polizia municipale

ALBA I Carabinieri lo hanno raggiunto e arrestato dopo che era penetrato, al culmine dell’inseguimento iniziato dagli agenti della Polizia Municipale di Alba, nel cortile di un’abitazione privata nella zona di Via XXV Aprile.

Finisce così la vicenda del furto nel punto vendita della catena Terranova, nella centralissima Via Maestra dal quale un pregiudicato tunisino, classe 1980 ha sottratto, verso le 10 e 30 di stamane sabato 7 settembre, un capo d’abbigliamento fuggendo poi a piedi dopo che il dispositivo anti-tacheggio aveva fatto scattare l’allarme.

«Alcuni agenti in servizio di vigilanza nel centro storico dopo che una donna aveva segnalato la sparizione del portafogli nei pressi del duomo hanno notato, all’altezza del semaforo di Corso Coppino, un uomo correre, dapprima hanno pensato che stesse male poi si sono accorti che il personale del negozio lo stava inseguendo, allora si sono messi sulle sue tracce» è il comandante Di Ciancia a ricostruire la sequenza dei fatti. L’uomo è saltato nel Cherasca, lo ha guadato e ha guadagnato Via Liberazione per poi continuare alla volta di Via XXV Aprile dove, varcato con sorprendente agilità un cancello di quasi tre metri d’altezza è piombato nel cortile interno di un’abitazione. «Gli agenti appiedati che avevano richiesto rinforzi in centrale lo hanno circondato, il proprietario, dall’interno, nel frattempo aveva chiamato il 112». Qui i Carabinieri della compagnia di Alba lo hanno tratto in arresto con l’accusa di furto.

Davide Gallesio

Banner Gazzetta d'Alba