Appello dei Vigili del fuoco: di notte spegnete le luci dell’albero di Natale

Muore nel rogo della propria abitazione. Una sigaretta la probabile causa del rogo
Immagine d'archivio

Prima di uscire di casa ricordatevi di spegnere le luci dell’albero di Natale. Usate la stessa precauzione di notte: non lasciate lucine accese

È l’invito che corre sul web lanciato dai Vigili del fuoco per mettere in guardia i cittadini dal pericolo di incendio per le luci natalizie. Con l’inizio di dicembre in tanti addobbano la casa con l’albero di Natale, il presepe. Il tutto reso luccicante da piccole luci che creano atmosfera. Ed  è proprio in questo periodo dell’anno che si registra un aumento degli incendi negli appartamenti spesso causati, proprio, dalle lucine dell’albero di Natale. Un malfunzionamento delle catene luminose, l’eccessiva vicinanza a fonti di calore (camini, candele, etc.), la cattiva qualità dei materiali con i quali è realizzato questo simbolo natalizio ed ecco che un giorno di festa si può tramutare in tragedia. Perché ciò non accada è opportuno seguire alcuni accorgimenti, sottolineano i Vigili del fuoco.

Innanzitutto la scelta dell’albero: ad esempio, un albero secco in presenza di fiamme si incendia molto velocemente (può bruciare completamente nell’arco di 20-30 secondi). Se è artificiale attenzione alla base che sia adeguata all’altezza. Il consiglio  è quello di  posizionarlo lontano da materiale infiammabile come le tende o le tovaglie. Attenzione all’uso delle candele  e per le luci controllare sempre che abbiano  il marchio CE. Tassativo è non lasciare accese le luci e le candele di notte o se non si è in casa. Piccoli accorgimenti per non ritrovarsi con brutte sorprese. E se dovesse scoppiare un inizio di incendio, il primo consiglio dei Vigili è quello di conservare in ogni casa un piccolo estintore. Poi, in caso di necessità, i Vigili del fuoco sono disponibili anche durante le festività. Il numero di soccorso da comporre è il 115, attivo 24 ore su 24.

Agenzia giornali diocesani

Banner Gazzetta d'Alba