Coronavirus nelle case di riposo: una trentina i positivi a Priocca, 19 a Canale, 38 a Govone

Coronavirus: a Casale Monferrato tenda davanti all'ospedale per screening dei casi sospetti 2
Immagine d'archivio

CASE DI RIPOSO Una trentina i casi di anziani positivi al Covid-19: è questo il bilancio dei tamponi effettuati alla residenza Santo Stefano di Priocca, i cui esiti stanno arrivando in queste ore, martedì 14 aprile. In effetti, sulla mappa dei contagi della Regione Piemonte, tra i residenti del paese roerino si è passati dai 3 positivi di ieri ai 30  attuali.

Diciannove i positivi  alla casa di riposo Pasquale Toso di Canale, un’altra delle rsa del territorio dove nei giorni scorsi sono stati effettuati i test su ospiti e personale. Di questi, 13 hanno sintomi lievi e 6 più importanti. Come precisato dal sindaco Enrico Faccenda, “da inizio febbraio ad oggi, nella struttura si sono verificati 11 decessi, di cui 8 positivi al Covid-19”.

Tra le altre residenze per anziani del Roero con un quadro critico, anche la Pia Casa San Carlo di Govone, dove in origine erano 38 gli anziani positivi, di cui una decina sono stati trasferiti nei giorni scorsi all’ospedale San Lazzaro di Alba. Al momento, nella struttura ne rimangono circa una ventina. In attesa dei risultati dei test anche la casa di riposo San Francesco d’Assisi di Guarene. Rimane critica, ma stabile, anche la situazione nella residenza I Glicini di Bra. Massimo Veglio, direttore dell’Asl Cn2: “Oggi i 100 posti letto per pazienti covid positivi del San Lazzaro sono tutti occupati, per almeno la metà da pazienti provenienti dalle residenze per anziani del territorio: è questa la situazione a cui stiamo guardando con maggiore attenzione”.

Francesca Pinaffo

Banner Gazzetta d'Alba