Dall’albese a Torino per incontrare l’amante: 40enne sfida i controlli e viene multato

Dall'albese a Torino per incontrare l'amante: 40enne sfida i controlli e viene multato

TORINO Stamane un quarantenne residente nell’albese ha sfidato i controlli imposti dalla quarantena raggiungendo la città di Torino per incontrare l’oggetto del desiderio.

Nella convinzione di eludere i posti di blocco partendo di mattina presto, ha ceduto alla tentazione di raggiungere l’amante a Torino, ma nonostante fosse mattiniero, poco dopo le otto, è stato fermato dai poliziotti del commissariato di Barriera di Milano in zona Lungo Stura Lazio.
Al momento di fornire l’autocertificazione, l’uomo, un italiano, ha incominciato a protestare contro gli agenti, invitandoli a fermare “gli spacciatori”, poinon sapendo più come giustificare il proprio spostamento, ha deciso di ammettere che stava raggiugendo un’amica per consumare un rappoerto sessuale, fornendo l’indirizzo di casa dell’ammante che lo stava aspettando.
Il mancato rispetto dell’ordine di quarantena è costato, all’impetuoso amante recluso ormai da settimane, ben 533 euro di multa.

Alice Ferrero

Banner Gazzetta d'Alba