La Regione vuole la distillazione per Doc e Docg

Covid, tutela comparto vino: assessore agricoltura Piemonte Protopapa alla commissione politiche agricole

VINO La Regione, con l’assessore all’agricoltura e al cibo Marco Protopapa, ha risposto al ministro delle politiche agricole Teresa Bellanova in merito alla distillazione di crisi, misura prevista dal Piano nazionale di sostegno del vino riferito al 2019-20. Secondo la Regione la distillazione dev’essere applicata anche ai vini a denominazione di origine; al contrario, dall’incontro al Ministero del 19 maggio è emerso che nel decreto permarrebbe la linea che riserverebbe la possibilità di distillare solo i vini privi di denominazione.

Secondo Protopapa, «in questo modo si potrebbe venire a creare un danno grave per il comparto vitivinicolo piemontese, che si caratterizza per una produzione di Doc e Docg. Il decreto non consentirebbe nemmeno di operare un possibile declassamento delle partite di vino a denominazione d’origine, in quanto si fa riferimento ai vini detenuti dalle aziende al 31 marzo». In merito alla vendemmia verde selettiva, il Piemonte vorrebbe l’adesione ai fondi per la compensazione in modo proporzionale; allo stesso modo, sarebbe necessario, sempre secondo Protopapa, che le Regioni potessero ottenere l’autorizzazione a un taglio di annata – l’aggiunta a un vino del prodotto di una vendemmia precedente o successiva – con una percentuale che va fino al trenta per cento.

Banner Gazzetta d'Alba