Fermati 17 attivisti: nel 2018 occuparono stabili a Oulx e Claviere per ospitare clandestini

TORINO Sono scattate all’alba di stamane, mercoledì 10 giugno, le operazioni di esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare, emesse dal Tribunale del capoluogo regionale.

Fermati 17 attivisti: nel 2018 occuparono stabili a Oulx e Claviere per ospitare clandestini
La casa cantoniera di Olux durante l’occupazione

I provvedimenti hanno interessato 17 attivisti del gruppo anarco-ambientalista Briser les frontieres: secondo gli uomini del gruppo di criminalità organizzata della Procura torinese sono accusati di aver occupato, nel marzo del 2018 la casa cantoniera dell’Anas di Oulx e la chiesa della Visitazione di Claviere allo scopo di trasformarli in rifugi autogestiti, attraverso i quali sarebbero passati migranti irregolari intenti a valicare il confine attraverso il Monginevro.

Tre dei deferiti sono cittadini francesi i restanti quattordici sono invece italiani: dovranno rispondere delle accuse di invasione di edifici e violazione di domicilio.

Davide Gallesio 

Banner Gazzetta d'Alba