Fine dell’anno scolastico, la lettera del sindaco Carlo Bo agli studenti

ALBA L’anno scolastico si è chiuso ieri e il sindaco di Alba Carlo Bo ha affidato a una lettera le sue riflessioni e il suo saluto agli studenti albesi.

Coronavirus, in Piemonte scuole di ogni ordine e grado chiuse per una settimana
Immagine di repertorio

La lettera del sindaco

Cari studenti, oggi è l’ultimo giorno di scuola, ma diversamente dal passato non avete potuto correre fuori e abbracciarvi dandovi appuntamento all’anno prossimo.

Quest’anno vi siete salutati attraverso uno schermo e il solitario clic di spegnimento del Pc ha sostituito il suono dell’ultima campanella, ma sono sicuro che il senso di euforia per le vacanze estive e l’anno scolastico appena concluso siete riusciti a sentirlo lo stesso! Perché più di noi adulti avete la capacità di adattarvi, ritrovando emozioni positive e spensieratezza anche in un periodo non facile.

Siete stati davvero bravi così come le vostre famiglie che vi hanno supportati in questa emergenza e gli istituti scolastici che hanno accolto la sfida e sperimentato la didattica a distanza. Ci tengo a fare i miei complimenti a ognuno di voi, dirigenti, insegnanti, genitori, ragazzi, per come siete riusciti a portare la scuola nelle case. Non è la stessa cosa certo, ma ha permesso a voi allievi di mantenere una routine scolastica, di tenere ben saldo il legame con la classe e con i docenti, di proseguire con il programma. Un plauso e un grosso in bocca al lupo va anche a chi di voi, in quest’anno così particolare, deve sostenere gli esami e concludere un ciclo scolastico.

L’augurio è di ritrovarci a settembre tutti insieme in classe, il sogno più grande di poterlo fare senza dover più pensare al rischio contagio. Per ora godetevi l’estate consapevoli di aver dato un grosso aiuto alle vostre famiglie e di aver imparato, credo, come tutti noi, lezioni importanti in questo momento non facile.

Il sindaco di Alba, Carlo Bo

Banner Gazzetta d'Alba