Coronavirus: morto Dario Cecconi, aveva contratto il virus in Valle Stura

Coronavirus Piemonte, il numero dei guariti sale a dieci, diciassette nuovi decessi e 312 ricoverati in terapia intensiva

ALBA Un pensionato di Alba, Dario Cecconi, di 79 anni, è morto giovedì dopo il ricovero all’ospedale di Verduno (avvenuto nella giornata di martedì): era una delle 12 persone risultate positive al coronavirus dopo un soggiorno nel periodo di Ferragosto a Roccasparvera, un piccolo paese della valle Stura che frequentava da molto tempo durante le vacanze.

Coronavirus: è morto un pensionato di Alba che aveva contratto il virus in Valle Stura
Dario Cecconi

L’uomo aveva lavorato come tipografo per Famiglia Cristiana.  I suoi funerali verranno celebrati sabato 29 agosto, alle 10, nella chiesa del Divin Maestro in corso Piave ad Alba.

Il Centro operativo intercomunale della Valle Stura ha confermato il decesso in una nota, spiegando che in valle ci sono per adesso 11 positivi: 2 a Demonte (il parroco del paese don Fabrizio Della Bella e un animatore dell’Estate ragazzi, entrambi in buona salute e in isolamento fiduciario) e gli altri a a Roccasparvera, appartenenti a tre diverse famiglie che si sono contagiate probabilmente in alcune cene insieme. Di questi, una famiglia già rientrata ad Alba (tra cui il pensionato morto ieri) e una in Francia (già rientrata nel paese di residenza, vicino a Marisiglia).

Sono stati effettuati decine di tamponi nella valle a cura dell’Asl Cn1 con i contatti dei positivi. L’unione montana ha invitato turisti e residenti a tenere la mascherina anche all’aperto e a comportamenti responsabili.

Ansa

Banner Gazzetta d'Alba