La Fiera del tartufo si presenta a Monforte

La presentazione della Fiera del tartufo 2020
La presentazione della Fiera del tartufo 2020

PROGRAMMA Non solo storytelling, la Fiera del tartufo: come dire più fumo che arrosto.  Una rassegna che con  coraggio riapre le manifestazioni in Piemonte. È con questo concetto, sottolineato anche dal sindaco di Monforte, che si è aperta la presentazione dell’autunno albese nell’auditorium Horszowski.  Del resto, secondo il vicepresidente della Regione Fabio Carosso, “Alba è l’esempio”.

Del resto anche i voucher della Regione per incentivare il turismo hanno avuto un successo straordinario, ha detto il presidente dell’ente turismo Barbero.

È stata trovata persino un modo per far apprezzare il profumo del tartufo ai visitatori del Mercato mondiale nel cortile della Maddalena.

L”assessore Emanuele Bolla ha annunciato un accordo con Bergamo nell’ambito del circuito delle città creative Unesco.

Con il solito ottimismo Alberto Cirio ha esordito “oggi in sicurezza possiamo riaprire. Noi abbiamo autorizzato la Fiera seguendo tutte le indicazioni dell’ultimo decreto e del Comitato tecnico scientifico”. Nelle parole del presidente della Regione occorrere comunicare il Piemonte in modo positivo e “andare aventi, da persone serie, ma andare avanti”.

La Fiera del tartufo si presenta a Monforte

Banner Gazzetta d'Alba