Recuperate una decina di carcasse di mucca decedute in quota durante gli eventi alluvionali

Emergenza sanitaria per il rischio di contaminazione dei corsi d'acqua e dei terreni su cui erano disperse le mucche morte

Escursionista disperso trovato morto nel Pinerolese

DOPO ALLUVIONE I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese della Delegazione Mondovì sono intervenuti oggi nel comune di Ormea per recuperare una decina di carcasse di mucca decedute in quota durante gli eventi alluvionali della settimana scorsa.

La richiesta è partita dal sindaco, su indicazione dell’ASL, come un’emergenza sanitaria per il rischio di contaminazione dei corsi d’acqua e dei terreni su cui erano disperse le mucche morte. I tecnici del soccorso alpino hanno operato nella giornata di ieri per radunare i capi e oggi hanno coordinato l’operazione con l’utilizzo di un elicottero privato che ha effettuato il trasporto a valle da una zona particolarmente impervia.

Durante la settimana appena trascorsa, un’altra operazione era stata organizzata nel comune di Frabosa Soprana  sempre dai tecnici della Delegazione Mondovì, per trasferire a valle circa 150 mucche vive che erano rimaste bloccate dall’esondazione del torrente negli alpeggi in quota della Val Corsaglia. Dopo che domenica scorsa era stato attrezzato con corde fisse un passaggio su roccia per agevolare il passaggio a piedi, si è lavorato per rimettere in sesto il sentiero da cui sono scese le mucche dalle malghe dove ormai scarseggiava il foraggio. In questo secondo caso i tecnici del soccorso alpino erano presenti a supporto dei pastori per verificare che la demonticazione avvenisse in sicurezza.

Banner Gazzetta d'Alba