Verduno: arrivate questa mattina altre dosi del vaccino anti-covid

Attività chirurgica dell’Asl alla clinica Città di Bra: se ne parla in Regione 1
Veduta aerea dell'ospedale Ferrero di Verduno

VERDUNO Dopo il ritardo di un giorno a causa delle condizioni meteo, stanno iniziando ad arrivare le 470mila dosi settimanali del vaccino Pfizer destinate all’Italia. Gli aerei sono atterrati questa mattina in nove scali, da dove sono partiti i furgoni con le fiale destinate ai 203 siti di stoccaggio distribuiti nelle 20 regioni italiane. In Piemonte, sono 28 ospedali hub identificati dalla Regione, che fungeranno da punti di raccolta e di distribuzione dei vaccini nei rispettivi territori. Tra questi, il Ferrero di Verduno, dove questa mattina i furgoni sono arrivati alle 8.

Così, dopo l’avvio simbolico della campagna vaccinale lo scorso 27 dicembre, che ha coinvolto anche ospiti e personale sanitario della Residenza per anziani di Rodello, potrà partire sul territorio la vaccinazione diretta a tutti i soggetti coinvolti dalla fase uno: sanitari ed Rsa.
«Per quanto riguarda i sanitari», come ha dichiarato a Gazzetta l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Genesio Icardi, «l’adesione nell’Asl Cn2 sarebbe superiore al 70%, come emerso dal primo monitoraggio». In ogni caso, la macchina operativa sarà attivata da domani, giovedì 31 dicembre, con un momento ufficiale in programma al Ferrero, per poi partire ufficialmente con la campagna, che coinvolgerà almeno tutto il mese di gennaio, il tempo necessario per inoculare a ogni vaccinato le due dosi previste.

Francesca Pinaffo

Banner Gazzetta d'Alba