Giro d’Italia: sullo sterrato toscano vince lo svizzero Schmid. Sobrero è quarantasettesimo

Giro d'Italia: sullo sterrato toscano vince lo svizzero Schmid. Sobrero è quarantasettesimo

CICLISMO Archiviata la prima giornata di riposo, il Giro d’Italia è ripartito oggi con la frazione da Perugia a Montalcino, definita “tappa del vino” sul programma ufficiale della corsa (la prima, per la cronaca, è stata la Barbaresco-Barolo del 2014): 162 chilometri, di cui 35 di sterrato negli ultimi 70.  La tappa è stata caratterizzata dalla solita fuga da lontano, con il vantaggio degli attaccanti che è arrivato addirittura a 13 minuti quando mancavano 100 chilometri al traguardo. Il successo è andato allo svizzero Mauro Schmid, ma alle spalle dei fuggitivi la corsa è esplosa quando è iniziato lo sterrato. Tra i big ne ha fatto le spese soprattutto il belga Evenepoel, arrivato a 5’17” dal vincitore. Il colombiano Bernal ha consolidato il primato in classifica. Alle spalle della maglia rosa, distanziato di 45 secondi, c’è il russo Vlasov, capitano dell’Astana premier tech di Matteo Sobrero. Il corridore di Montelupo (che due anni fa, sullo sterrato romagnolo, vinse la Strade bianche Under 23) è arrivato quarantasettesimo, a 11’59” dal vincitore.

Domani è in programma un’altra tappa ricca di saliscendi, da Siena a Bagno di Romagna.

c.o.

Giro d'Italia: sullo sterrato toscano vince lo svizzero Schmid. Sobrero è quarantasettesimo 1

Banner Gazzetta d'Alba