Operazione “Badanti sbadate” della Guardia di Finanza scopre 170 evasori

Frode da 3 milioni di euro ai danni degli ospedali: i dispositivi venivano sottratto per generare nuovi acquisti 3

EVASIONE La Guardia di Finanza della compagnia di Mondovì ha individuato 170 collaboratrici familiari e domestiche, italiane e straniere, che avevano dimenticato totalmente di presentare la dichiarazione dei redditi.

La complessa operazione nel settore della tutela delle entrate dello Stato ha permesso di individuare una notevole “sacca di evasione”, basata sul un rilevate volume di redditi non dichiarati e la conseguenziale evasione d’imposta.

Sfruttando il ricco patrimonio informativo a disposizione dei militari, è stato intercettato un numero cospicuo di badanti che, pur essendo state regolarmente inquadrate dal punto di vista lavorativo, non avevano provveduto a dichiarare i redditi quando questi superavano gli 8mila euro, soglia per la quale scatta tale obbligo. Sono stati così sottratti a tassazione, nelle varie annualità sottoposte a controllo, 5 milioni di Euro corrispondenti a un’imposta evasa che supera il milione di Euro. Per parlare della complessa situazione del mondo dell’assistenza domiciliare, Gazzetta d’Alba ha dedicato, sull’edizione cartacea di questa settimana, un ampio servizio al tema.

Banner Gazzetta d'Alba