Il Pd: ad Alba la maggioranza non c’è. Il sindaco rassegni le dimissioni

Gli auguri del sindaco di Alba: «Niente è perduto e tutto rifiorirà»
Il sindaco di Alba Carlo Bo.

CONSIGLIO COMUNALE Sulla mancanza del numero legale in Consiglio comunale ad Alba il circolo cittadino e la segreteria provinciale del Partito democratico hanno diffuso una nota nella quale chiedono la dimissioni del sindaco Carlo Bo: «Quanto è successo ha dell’incredibile, con il Consiglio comunale che si chiude per la mancanza del numero legale. Due sono i fatti accaduti. La maggioranza non era presente in aula a difendere e sostenere il suo sindaco e al contempo abbiamo visto un sindaco indifeso, incapace di governare e di coordinare il suo gruppo, al punto di dichiarare, parole virgolettate di Carlo Bo ai giornali:  “questa città deve essere governata e io probabilmente ho dimostrato di non essere in grado”».

Prosegue il Pd: «Domani certamente arriveranno i distinguo dall’alto, le voci di chi tenterà di spiegare che sono cose normali che accadano nei consigli, ma non è così. Basta stampelle, basta cabine di regia. Alba merita di più. La maggioranza è spaccata e il sindaco non può continuare a essere puntellato dall’esterno. Ne prenda atto e decida, per una volta in autonomia, rassegnando le dimissioni».

Banner Gazzetta d'Alba