Europei Juniores: Nicolò Gallo in gara domani nei 5mila a Tallin

ATLETICA La quarta edizione del memorial Daniele Giacosa ha trovato il suo clou nei cinquemila metri, con Nicolò Gallo (Atletica Alba) che, piazzandosi secondo alle spalle dell’adulto Ayyoub El Bir (Biotekna Marcon: 14’30”15), con 14’33”89 ha ottenuto il limite di qualificazione per i Campionati europei Juniores in programma a Tallinn, in Estonia dal 15 al 18 luglio. Sulla pista di Alba si è assistito a una prova ben preparata, che ha visto al terzo posto il campione nazionale di categoria Massimiliano Berti (Valchiese) che, con 14’36”97, ha ottenuto anch’egli la qualificazione per il viaggio in Estonia. Significativo anche il progresso di Davide Scaglia, albese del Cus Torino, quinto in 14’50”38 (primato personale).

Sono 88 gli atleti azzurri che si sono qualificati per gli europei di Tallin. Nicolò Gallo e Massimiliano Berti scenderanno in pista venerdì 16 luglio alle 17.55 affrontando altri 25 atleti di 13 nazioni oltre all’Italia. La competizione sarà visibile in Tv in diretta fino alle 18.30 su Raisport + Hd e in diretta streaming fino alle 19.15 su Rai sport web

La manifestazione organizzata dall’Atletica Alba ha anche visto il successo, fra le adulte, di due giovanissime albesi che si sono migliorate: sui 200 Angelica Abrigo è arrivata prima in 25”75 (terza Federica Voghera in 26”30) e sui 1.500 Elena Abellonio ha vinto in 4’40”36 davanti a Gloria Barale (albese del Cus Torino) in 4’43”22.

Europei Juniores: Nicolò Gallo qualificato per i 5mila di Tallin
Nicolò Gallo (Atletica Alba)

Nelle gare valide per il memorial Giacosa, sui 100 ostacoli successo di Nabel Vitale (Arcobaleno Savona) in 14“73 davanti a Chiara Genero (Atletica Alba) in 15”17; sui 110 ostacoli ha vinto Andy Gatto (albese in prestito al Roata Chiusani) in 15”26 e sui 400 ostacoli Allievi Filippo Zuccaro (Atletica Alba) è giunto terzo in 1’01”53.

Nell’ultimo numero di Gazzetta, dopo la vittoria del titolo nazionale, avevamo pronosticato un probabile progresso di Pietro Riva sui cinquemila se avesse trovato una gara “tirata” e non tattica. Sabato 3, a Heusden, in Belgio, nell’ambito della Nacht van de atletiek, il giovane albese delle Fiamme Oro ha migliorato di circa otto secondi il proprio primato personale, chiudendo al settimo posto in 13’31”53 nella gara vinta in 13’14”39 dall’etiope Gemechu Dida.

Si tratta di un passo avanti significativo nella collocazione internazionale di Pietro. Non ha ancora raggiunto il livello necessario per partecipare alle Olimpiadi, ma si tratta di un obiettivo possibile per il futuro.

s.s.

Banner Gazzetta d'Alba