Viviamo Santo Stefano Roero: in paese ci sono idee positive per il futuro

Giuseppina Facco sarà candidata a sindaco di Santo Stefano Roero
Giuseppina Facco è la candidata a sindaco per la lista Viviamo Santo Stefano Roero.

SANTO STEFANO ROERO In merito all’arresto dell’ex sindaco Renato Maiolo e della segretaria comunale Anna Maria Di Napoli il gruppo Viviamo Santo Stefano Roero, che nei mesi scorsi ha annunciato di candidare a sindaco Giuseppina Facco, ha diffuso un comunicato con il quale fa il punto della situazione. «Senza voler in alcun modo commentare le vicende giudiziarie, di cui si stanno occupando gli organi competenti, vogliamo dare un messaggio positivo ai nostri concittadini in questo momento difficile. Vogliamo ribadire che in paese c’è una grande voglia di riscatto e idee positive per il futuro, e la costituzione del nostro gruppo di cittadinanza attiva ne è la prova più evidente», scrive Viviamo Santo Stefano Roero, gruppo che al momento vede la partecipazione di una sessantina di cittadini.

«La scelta della candidata a sindaco  Giuseppina Facco, può ben rappresentare il cambiamento che vogliamo dare alla vita di Santo Stefano. L’idea che abbiamo per il nostro paese è di apertura e trasparenza, e riteniamo che la signora Facco possa esserne la migliore immagine, considerata la sua personalità di alto profilo. Come medico specializzato in ematologia ha lavorato per l’Istituto superiore di sanità e tuttora è consulente per l’Unione europea per le ricerche internazionali sul Covid-19. Inoltre, è stata medico di base per parecchi anni, in continuo contatto coi cittadini e in ascolto delle loro esigenze», sottolinea il gruppo. Afferma Giuseppina Facco: «Nessuno nasconde che la situazione sia molto critica, le casse del Comune sono vuote e c’è davvero tanto da  ricostruire. Capisco che i cittadini di Santo Stefano in questo momento si sentano smarriti e abbiano paura per il futuro, specialmente dopo il difficile anno di commissariamento. Tutti noi abbiamo toccato con mano negli ultimi mesi vari
disservizi e difficoltà dovuti all’assenza di un sindaco  e di un Consiglio comunale. Ultimamente è stato molto difficile comunicare con gli uffici o portare avanti procedure burocratiche o edilizie, e anche la manutenzione ordinaria degli spazi pubblici è stata carente o assente. Questo è sotto gli occhi di tutti. Però ci terrei a rassicurare i concittadini nel dire che noi ci siamo, che un gruppo di persone numeroso, organizzato e motivato sta lavorando ormai da un anno per il futuro di Santo Stefano, per far uscire il paese da questo periodo difficile, e – nei limiti del possibile – per renderlo ancora migliore».

 

Banner Gazzetta d'Alba