Rimandata al 2022 la Festa del pane di Savigliano

pane immagine archivio
Immagine d'archivio

SAVIGLIANO L’undicesima edizione della Festa del pane di Savigliano è stata rimandata al 2022. L’incertezza legata alla pandemia e ai suoi molteplici effetti collaterali hanno costretto la fondazione Ente manifestazioni Savigliano a posticiparne al prossimo anno lo svolgimento.

Spiega il presidente della fondazione Andrea Coletti: «A oggi non ci sono le condizioni minime per l’organizzazione della manifestazione. Non è certo il rispetto delle misure e dei protocolli a preoccuparci, a partire dalla Certificazione verde. Il principale ostacolo allo svolgimento della Festa del pane è stato il reperimento delle forniture necessarie alla sua realizzazione. Ci siamo rivolti ad aziende specializzate presenti su tutto il territorio nazionale, ma per diverse ragioni, riconducibili direttamente o indirettamente al Covid-19, i rivenditori e i costruttori non ci hanno confermato la disponibilità dei prodotti».

«La Festa del pane è sempre stata un’occasione di incontro tra panettieri e pubblico»

Continua Coletti: «La Festa del pane è sempre stata un’occasione di incontro tra panettieri e pubblico, un festoso momento di ritrovo per tutta la filiera degli operatori del settore. Fino a quando non riusciremo a garantire che questo possa di nuovo avvenire, eviteremo di snaturarla o deludere le aspettative. Ci siamo confrontati a lungo tra i membri del consiglio di amministrazione della fondazione Ente manifestazioni Savigliano e anche a nome dell’assemblea dei soci che rappresentiamo abbiamo dovuto constatare con grande dispiacere che, purtroppo, la complessità della pandemia che ci ha travolto va ben oltre la pericolosità del Covid-19, ma ha delle ricadute dirette e indirette di ordine pratico, soprattutto sull’organizzazione di fiere e manifestazioni».

Banner Gazzetta d'Alba