Diego Rosa ventiquattresimo al criterium benefico Beking di Monaco

Diego Rosa ventiquattresimo al criterium benefico Beking di Monaco
Il podio della corsa monegasca. Da sinistra: Colbrelli, Roglic e Pogacar.

CICLISMO Anche se la stagione si è conclusa da tempo, domenica 28 novembre numerosi big del ciclismo si sono ritrovati a Montecarlo per la prima edizione del criterium Beking Monaco, evento dedicato alla solidarietà e al tema della mobilità sostenibile ideato da Matteo Trentin. La giornata ha permesso di sostenere le fondazioni Charlène di Monaco e Michele Scarponi. Complice il fatto che molti ciclisti professionisti vivono nel Principato o nei dintorni, la corsa ha avuto un campo di partecipanti di altissimo livello. I corridori si sono affrontati su un tracciato di 1,3 chilometri (da percorrere 40 volte) che ricalcava in parte quello del circuito di Formula Uno. Per la cronaca ha vinto lo sloveno Roglic,  davanti all’azzurro Colbrelli e all’altro sloveno Pogacar. Ossia: il vincitore della Vuelta, quello della Parigi-Roubaix e il primo classificato del Tour e del Giro di Lombardia. Un podio da corsa World tour completato dalla presenza, nei primi 15, di nomi come Viviani, Gilbert, Sagan e Froome. Al via c’era anche il roerino Diego Rosa che, in attesa di andare in ritiro nei prossimi giorni con la sua nuova squadra (la Eolo Kometa), si è piazzato al ventiquattresimo posto a 25 secondi da Roglic.

Corrado Olocco

Banner Gazzetta d'Alba