La famiglia di un vincitore dell’Eurovision song contest è ospitata a Lequio Berria

La famiglia di un vincitore dell'Eurovision song contest è ospitata a Lequio Berria
La Kalush orchestra con la famiglia di Sasha Tab (il primo da sinistra).

LEQUIO BERRIA La Kalush orchestra (Ucraina) ha vinto l’Eurovision song contest con il brano Stefania. A festeggiare il risultato, simbolico oltre che musicale, c’era la famiglia di Sasha Tab, uno dei musicisti della band. La moglie Julia e i figli Solomon, di otto anni e Kaia di tre anni sono ospiti di una famiglia a Lequio Berria. Sasha non può rilasciare dichiarazioni; perciò abbiamo posto alcune domande a Julia.

Avete assistito alla finale? È stato emozionante?

«Ho visto la finale nell’hotel in cui erano ospitati Sasha e gli altri componenti dell’orchestra e della delegazione ucraina. Andare a un concerto così grande di persona, con i bambini, sarebbe stato molto difficile. Io e mio figlio abbiamo partecipato dal vivo alla semifinale. Così abbiamo visto parte dello spettacolo. È stato molto emozionante: scenografie grandiose, show di luci».

Che cosa ha detto Sasha quando hanno vinto?

«Sasha ha detto che non riusciva a credere che avessero vinto e anche io! È stata la prima vittoria, ma noi attendiamo una vittoria più importante vittoria: la vittoria del coraggio, della verità e dell’amore sulla guerra! È sicuramente un grande segnale per il futuro: una vittoria  molto importante per il popolo ucraino. Ci sentiamo uniti come non mai. E abbiamo visto quanto l’Europa possa unire e supportare».

C’è un messaggio che volete dare?

«Sentiamo molta gratitudine per ogni persona europea che ha sostenuto il popolo ucraino in questi tragici giorni. Ma presto tutti potranno venire nella nostra rinata bellissima Ucraina. Noi ci crediamo».

La Kalush orchestra è rientrata in Ucraina, mentre la famiglia di Sasha rimarrà ancora a Lequio, fino a quando la situazione non sarà più tranquilla.

Giorgia Barile

Banner Gazzetta d'Alba