Morto l’ex procuratore Luigi Riccomagno

Morto l'ex procuratore Luigi Riccomagno 1
L'ex procuratore albese Luigi Riccomagno.

ALBA Nel pomeriggio di oggi, sabato 25 giugno, è morto, all’età di 77 anni e dopo una lunga malattia, Luigi Riccomagno, procuratore capo del Tribunale di Alba dal 1995 al 2008. Il decesso è avvenuto all’ospedale Santa Croce di Cuneo. Riccomagno, prima di abbandonare la toga nel 2014, ebbe l’incarico di avvocato generale presso la Procura della corte d’appello di Torino. Fu anche assistente di diritto penale con il professor Marcello Gatto. Lascia la moglie Etta Grimaldi e la figlia Adriana. Il funerale si svolgerà lunedì 27 giugno alle 16 nella cattedrale di San Lorenzo ad Alba.

Lo ricorda l’avvocato Roberto Ponzio: «Ha rappresentato l’eccellenza della magistratura. Nell’ambito della giurisdizione penale ha esercitato con competenza, imparzialità ed equilibrio in prevalenza funzioni requirenti, ma anche giudicanti. È stato mio avversario in molteplici processi e ho potuto apprezzarne la correttezza, la schiettezza, la lealtà e la perfetta conoscenza di tutti gli atti processuali e della giurisprudenza sui temi in discussione. Un pubblico ministero esemplare, che ha svolto la sua attività con assoluto rispetto per la personalità e la dignità degli indagati, acquisendo anche elementi di prova a favore della difesa. Ha sempre tenuto, inoltre, rapporti sobri e riservati con la stampa e i mezzi di comunicazione. Merita altresì rimarcare la sua grande operosità che ha contribuito all’efficienza, alla credibilità e al buon funzionamento della giustizia».

d.ba.

Banner Gazzetta d'Alba