Ultime notizie

Maltempo: aperta da domani, alle 8, la sala operativa della Protezione civile della Regione Piemonte

Meteo: piogge alluvionali su Liguria di Ponente e valle Tanaro, poi migliora

MALTEMPO Prosegue la fase di instabilità meteorologica che da giorni sta interessando Torino e il Piemonte. Valutata la situazione meteorologica attesa per i prossimi giorni la Sala operativa della Protezione civile della Regione Piemonte sarà aperta dalle otto di domani mattina, domenica 3 marzo. L’attività di monitoraggio continuerà fino a quando non finirà l’ondata di maltempo prevista anche sulle regioni del Nord-Ovest italiano. Precipitazioni diffuse, con fenomeni molto intensi, sono annunciati già dalla serata di oggi (sabato 2 marzo) e per tutta la giornata di domani (domenica 3 marzo), con la previsione di un innalzamento idrometrico dei fiumi. È quanto informa il Comune di Torino sottolineando che la situazione è costantemente monitorata dal servizio di Protezione civile.

Nel pomeriggio di oggi, sabato 2 marzo, le precipitazioni nevose sono state registrate, secondo i dati dell’Arpa (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente), oltre i 1.300/1.400 metri di altitudine. Domani, domenica 3 marzo, sono previste precipitazioni molto forti sul settore Nordoccidentale, con la neve in calo fino a 900/1.000 metri in serata nel Cuneese e un’allerta meteo gialla. Il grado di pericolo di valanghe è 4 (forte), oggi, sul Nord Piemonte e resterà tale domani anche sui settori delle Alpi Graie dal mattino, in aumento nella giornata sulle Alpi Cozie e Marittime. Con l’intensificarsi dei fenomeni, dai bacini di alimentazione in quota sono da attendersi numerose valanghe spontanee, che lungo i percorsi abituali possono avanzare sino a valle. I punti pericolosi aumenteranno di numero e di dimensione e saranno difficilmente riconoscibili con la scarsa visibilità.

La persistenza delle precipitazioni, che stanno interessando la regione da una settimana quasi senza interruzioni, ha causato un generale innalzamento dei livelli corsi d’acqua sia del reticolo secondario, sia di quello principale. Data anche l’intensificazione dei fenomeni per domani, il bollettino di previsione delle piene riporta una criticità ordinaria (giallo) dalla serata di domani sulla quasi totalità dei corsi d’acqua. Il centro funzionale di Arpa Piemonte ha emesso quindi oggi pomeriggio un’allerta gialla per rischio valanghe nelle zone settentrionali di Verbano e Novarese, che si estende alla fascia pedemontana occidentale domani. Allerta gialla, inoltre, per rischio idrogeologico sulle stesse zone e sulle pianure di Cuneese, Torinese e Vercellese, nonché sui settori meridionali sempre per domani. Sulle pianure e sui settori meridionali allerta anche per rischio idraulico.

Banner Gazzetta d'Alba