La moglie del gioielliere Mario Roggero lancia una raccolta fondi sui social

La donna ha lanciato una raccolta fondi sulla piattaforma Gofundme appellandosi al popolo dei social per raccogliere fondi.

Il padre del terzo rapinatore di Gallo Grinzane nega di aver aiutato il figlio
Nella foto la gioielleria Roggero colpita dai rapinatori

GRINZANE CAVOUR «Aiutateci a trovare altri 600mila euro per le spese legali», è l’appello lanciato da Mariangela, la moglie del gioielliere Mario Roggero,  68enne residente di La Morra: dal 1980 titolare di una nota gioielleria nella vicina Grinzane Cavour.

Il 21 aprile la donna ha lanciato una raccolta fondi sulla piattaforma Gofundme appellandosi al popolo dei social per raccogliere fondi. nel post si legge:

«Sono Mariangela, la moglie di Mario Roggero, il gioielliere di Gallo Grinzane in provincia di Cuneo, che a dicembre 2023 la Corte d’Assise di Asti ha condannato alla pena di 17 anni di carcere, per essersi difeso uccidendo due dei tre rapinatori armati che il 28 aprile 2021 si erano introdotti armati nel nostro negozio, picchiandoci e minacciandoci di morte (hanno persino puntato la pistola alla testa di mio marito, facendo un conto alla rovescia!).

Dopo questa assurda sentenza, che ha anche disposto una provvisionale a favore dei parenti dei rapinatori, costituitisi parti civili, di 480.000,00 euro, oltre a 30.000,00 euro per le spese legali, (tutto ciò si somma ai 300.000,00 euro che abbiamo versato a loro favore lo scorso anno), io e le mie figlie siamo tutte profondamente determinate, come famiglia, ad aiutare Mario a superare questo drammatico momento.
Dal terribile giorno della rapina, subita 3 anni fa, abbiamo già dovuto impegnare, tenendo conto anche delle spese legali, l’incredibile somma di 1.200.000,00 euro. (un milione duecentomila euro).
Vista l’enorme spesa pagata e da pagare e non avendo una sufficiente disponibilità economica, abbiamo pensato di organizzare questa nuova raccolta fondi: tutto ciò che riusciremo ad raccogliere servirà per la provvisionale, per i risarcimenti, per le spese legali e per ogni altra spesa che mio marito sarà costretto a sostenere.
Se tutti voi condividete sui vostri social questa campagna di raccolta fondi e fate una donazione, anche minima, questo per noi potrebbe fare davvero la differenza e ve ne saremmo eternamente grati.
Grazie di cuore per la vostra attenzione e per la vostra generosità.
Mariangela e figlie».
In appena due giorni, a oggi, martedì 23 aprile, con otto donazioni la famiglia ha raccolto 325 euro.

Lo scorso dicembre l’uomo è stato condannato in primo grado 17 anni di carcere, tre in più di quelli che aveva chiesto il Pm Davide Greco al termine della requisitoria per il duplice omicidio, il 28 aprile 2021, dei rapinatori che avevano fatto irruzione nel negozio e per il tentato omicidio di un terzo, ferito.

Per ripercorrere l’intera vicenda: https://www.gazzettadalba.it/2023/12/il-gioielliere-mario-ruggeri-condannato-a-17-anni/

 

 

 

 

Banner Gazzetta d'Alba