Ultime notizie

Medici di famiglia riuniti a Verduno per una serata di confronto e formazione

Medici di famiglia riuniti a Verduno per una serata di confronto e prevenzione 1

VERDUNO Nell’auditorium dell’ospedale Michele e Pietro Ferrero di Verduno si è svolto, nei giorni scorsi, un importante incontro a “équipes congiunte” che ha coinvolto i rappresentanti di vertice dell’Asl Cn2, tutti i medici di medicina generale dei distretti afferenti all’Azienda sanitaria e i responsabili specialisti delle Aggregazioni funzionali territoriali.

Diversi gli interventi che si sono susseguiti, a cura dei direttori e dei dirigenti dell’Asl Cn2, in pieno spirito di condivisione e di confronto. Si è parlato di temi rilevanti come nefrologia, assistenza di base, demenza, donazione cornee, piano delle cronicità, dimissioni ospedaliere, riabilitazione funzionale, appropriatezza delle prescrizioni e delle cure, con ampio spazio dedicato al dibattito, all’approfondimento e alle domande da parte del corpo medico intervenuto.

Una parte della serata è stata dedicata alla realizzazione di un focus sulle attività di screening oncologico, con particolare attenzione alle possibilità di prevenzione secondaria e diagnosi precoce, in cui i Medici di Medicina Generale possono avere un ruolo fortemente attivo di promozione e di convincimento per gli indecisi.

Medici di famiglia riuniti a Verduno per una serata di confronto e prevenzione

Partendo dalle principali evidenze scientifiche relative ai tumori di mammella, cervice uterina e colon-retto, sono state prese in rassegna le possibilità offerte dal programma di screening Prevenzione serena, analizzando le caratteristiche dei principali destinatari, le dinamiche d’accesso al progetto, le tempistiche di partecipazione allo stesso.

Un momento dedicato a informare i medici del territorio, affinché possano essere essi stessi i primi a sensibilizzare l’utenza con cui vengono costantemente in contatto. L’obiettivo dello screening è quello di identificare precocemente e prevenire i tumori, contribuendo così a ridurre in modo significativo la mortalità per cancro.

Maggiori informazioni sul programma di screening al numero verde 800-00.11.41 o all’indirizzo: https://www.regione.piemonte.it/web/temi/sanita/prevenzione/prevenzione-serena.

 

Banner Gazzetta d'Alba