Rete sociale contro la povertà

ROERO Cento e 41 famiglie in difficoltà nella sinistra Tanaro. A Monticello il prete mobilita i giovani
Centoquarantuno famiglie del Roero, nel 2015, si sono trovate in condizioni di indigenza e hanno trovato aiuto in uno dei quattro punti d’ascolto che il Consorzio socio-assistenziale Alba, Langhe Roero ha nella sinistra Tanaro.
A riferire il dato – allarmante ma in linea con quello nazionale fornito dall’Istat, che denuncia 1 milione e 470 mila famiglie (il 5 per cento) oltre la soglia della povertà – è il direttore del Consorzio socio-assistenziale Mario Bertoluzzo, che precisa: «Per l’85 per cento si tratta di famiglie giovani, con figli minori, che la perdita del lavoro del capofamiglia ha messo in crisi. Il restante 15 per cento sono anziani che con la pensione minima non riescono sempre a sostenere le spese variabili e spesso consistenti del riscaldamento. Rispetto alla grande città», continua Bertoluzzo, «la significativa rete di solidarietà sociale esistente nei paesi tra cittadini, associazioni e parrocchie rappresenta una risorsa flessibile a sostegno di chi è in difficoltà».

Ne è un esempio quella di Monticello, messa in piedi dal parroco don Antonello Pelisseri, che ha mobilitato catechisti, volontari, ragazzi e parrocchiani adulti.

Raccolta giocattoli a Monticello 6

«Papa Francesco invita a mettere in pratica le 14 opere di misericordia corporale e spirituale», spiega don Antonello. «Ai giovani del catechismo abbiamo proposto il “Girasole della misericordia” (ogni gruppo di catechismo realizzerà un girasole con 14 petali, uno per ogni opera di misericordia) e due serate dell’antica tradizione del Cantè j’euv ( in agenda per sabato 20 febbraio e 5 marzo, organizzate con la Pro loco e la corale La Muntisela). Il ricavato andrà in beneficenza».

Raccolta giocattoli a Monticello 4

La parrocchia cerca di coinvolgere anche gli adulti. «Tutte le domeniche di quaresima, durante le messe, saranno raccolti generi alimentari per famiglie bisognose», annuncia don Pelisseri. «Il gruppo Caritas parrocchiale li suddividerà, destinandoli a una quindicina di famiglie in difficoltà. Infine, in tutti i lunedì che anticiperanno la Pasqua, si terrà la raccolta di abiti, giocattoli e oggetti per la casa dalle 17 alle 18 in oratorio. Quanto raccolto sarà distribuito alle famiglie bisognose di Monticello e le eccedenze verranno consegnate ad altri enti come il Centro aiuto alla vita di Alba e “La valigia dei sogni” di Monticello», conclude il parroco.

v.p. e f.ge.

Bertoluzzo: «Obiettivo inclusione»

Il direttore del Consorzio socio- assistenziale Mario Bertoluzzo snocciola i dati che denunciano come la povertà sia un’emergenza anche nel Roero: «Ci sono state trenta esenzioni dal pagamento della mensa scolastica, 40 per il Cam,
15 per l’Estate ragazzi. A cui si è aggiunto un discreto numero di interventi a sostegno di chi non riesce a pagare le utenze». Ma apre alla speranza: «Venerdì 19, in Regione, ho avuto assicurazioni che dopo l’estate partiranno progetti finanziati dal Governo, finalizzati all’inclusione attiva, mirati quindi a far sì che le persone trovino la forza per rialzarsi
e camminare con le loro gambe».

v.p.

Banner Gazzetta d'Alba