Diageo: investimento da 5 milioni e assorbimento del 50% degli esuberi

Per Diageo incontro a Londra e interrogazione a Bruxelles

SANTA VITTORIA Si è svolto martedì 9 maggio, presso la sede di Confindustria a Cuneo, il primo incontro ufficiale tra i vertici dello stabilimento del gruppo Diageo di Santa Vittoria, le rappresentanze sindacali unitarie (Rsu) interne e le organizzazioni sindacali esterne.

Nel corso della riunione, svoltasi sotto l’egida dell’associazione degli industriali cuneesi, l’amministratore delegato Mauro Balestrini e il direttore del personale Davide Boccardo hanno avviato la discussione sul nuovo piano industriale, al fine di definire meglio gli strumenti che verranno utilizzati nella gestione della delicata fase di transizione tra l’annunciato trasferimento del reparto imbottigliamento vino in Inghilterra e l’avvio della nuova produzione dei due nuovi marchi di alcolici e superalcolici.

5 milioni di euro

Da parte sua, Diageo ha confermato l’investimento di circa di 5 milioni di euro sul sito produttivo albese, di fondamentale importanza per riassorbire il 50% degli esuberi precedentemente dichiarati. In questo modo, inoltre, i portavoce della multinazionale inglese hanno anche confermato il ruolo strategico che andrà ad assumere lo stabilimento di Santa Vittoria d’Alba, sottolineando il fondamentale contributo fornito finora sia dai dipendenti che dalle organizzazioni sindacali e dalle istituzioni in questo delicato periodo di incertezza.

 

 

 

Banner Gazzetta d'Alba