Diageo: sindacati contro le strumentalizzazioni di chi fa pubblicità sulla pelle dei lavoratori

Per Diageo incontro a Londra e interrogazione a Bruxelles

DIAGEO I sindacati Cigl, Cisl e Uil hanno incontrato la dirigenza dello stabilimento di Santa Vittoria d’Alba nella sede dell’unione industriale di Cuneo, ieri, martedì 9 maggio.

All’ordine del giorno il tanto atteso piano industriale che prevede una riduzione del 50% degli esuberi annunciati, quindi da 120 persone il numero si è ridotto a 60.

Inizialmente con la campagna produttiva 2017/2018 che parte primo luglio arriveranno, dopo la messa a punto delle linee, circa 1.670.000 casse, per arrivare a regime nella campagna 2018/2019 che parte il primo luglio 2018 con circa 4.440.000 casse.

Questo, insieme a circa 5 milioni di investimenti, è la risposta dell’azienda alla richiesta dei sindacati di un piano industriale solido che garantisca una prospettiva migliore dello stabilimento. Gli investimenti saranno destinati al rilancio di alcune linee che dovranno ospitare i nuovi prodotti, che necessitano di maggiori accorgimenti soprattutto dal punto di vista della sicurezza.

Per la gestione della fase transitoria che inizierà dal primo settembre, con l’ultima cassa spedita di vino, si prenderà in considerazione l’attivazione degli ammortizzatori sociali e i contratti di solidarietà in questa fase sembra essere il più pertinente alla situazione

I sindacati contro i politici che strumentalizzerebbero la vicenda

I sindacati dichiarano: «Il tavolo della trattativa è quello tra organizzazioni sindacali e azienda, chiunque utilizzi la pelle dei lavoratori per fini personali o di campagna elettorale non può che essere eticamente condannato. Questa precisazione è dovuta a tutti i lavoratori e lavoratrici che stanno vivendo una situazione di incertezza che necessariamente influisce sul quotidiano di ognuno, le interviste, le speculazioni e le inesattezze vendute con toni trionfalistici ai giornali nei giorni scorsi sono da respingere al mittente in quanto smentite categoricamente dall’azienda».

Nei prossimi giorni le tre sigle sindacali incontreranno l’eurodeputato Alberto Cirio per un confronto sui risultati ottenuti nei due incontri a Bruxelles e a Santa Vittoria

Banner Gazzetta d'Alba