Primi sei mesi di lavoro per la Giunta Rasero

Il sindaco Maurizio Rasero ha nominato la Giunta. Marcello Coppo sarà il vice

ASTI La Giunta del sindaco Maurizio Rasero ha presentato il bilancio dei primi sei mesi di mandato. Cosa un po’ insolita, specie per aver scelto un ristorante quale sede informale della conferenza, ma questa nuova Amministrazione ha in mente grandi progetti per «far tornare a sognare questa città» e piccoli interventi «per renderla più ordinata e vivibile», come ha spiegato il primo cittadino. La sensazione è quella di un gruppo coeso, con un capitano che si dedica a tempo pieno a questo impegno.

Il vicesindaco Marcello Coppo ha detto: «Si parte da un provvedimento che verrà attuato nelle prossime settimane al campo nomadi di via Guerra. Verranno tagliate le forniture di acqua e chi vorrà la potabile dovrà regolarizzare la propria posizione tramite l’installazione di un contatore. Verranno anche semplificati i regolamenti sui dehors, con minori oneri da parte degli esercenti».

Sempre in materia di sicurezza, l’assessore Andrea Giaccone ha ricordato come la Giunta si stia impegnando per un patto sulla sicurezza, una sorta di tavolo di lavoro delle varie forze dell’ordine, e soprattutto la possibilità di utilizzare il Daspo urbano.

Più risorse per la progettazione, con un protocollo di intesa tra Comune e Politecnico di Torino, sono state annunciate dall’assessore Loretta Bologna, mentre sul versante turismo, presto, arriverà un consorzio tra tutti gli enti che se ne occupano. L’assessore alla cultura, Gianfranco Imerito, ha invece spiegato come, a breve, partirà il sistema integrato museale: il primo passo sarà lo spostamento degli uffici al piano ammezzato di palazzo Alfieri. Novità si annunciano anche per il quarantennale di Asti teatro e per uno spazio espositivo in città.

L’assessore al bilancio Renato Berzano ha parlato di come affidare i crediti comunali a una nuova società, per cercare di aumentarne l’esigibilità, mentre sul fronte del personale le regole sono ora più stringenti. L’assessore Stefania Morra ha illustrato i nuovi lavori messi in cantiere per la pulizia dell’alveo del Tanaro, una nuova pista per l’elisoccorso di fronte all’ospedale e la possibilità di scambiare alcuni immobili di proprietà dell’Asl con uno del Comune per rivederne gli utilizzi.

Mario Bovino ha posto l’accento sulla maggiore manutenzione delle rotatorie, su una nuova viabilità in corso Don Minzoni, e sulla possibilità di installazione di rilevatori di velocità nelle arterie di accesso alla città. L’assessore Elisa Pietragalla, infine, ha pronto un nuovo bando fiere e il ritorno del Carnevale astigiano.

Ha concluso l’assessore ai servizi sociali Mariangela Cotto, che ha riferito degli incontri tra servizi sociali e Magistratura per rispondere alle situazioni di emergenza che il Comune si trova spesso ad affrontare. È in dirittura d’arrivo, infine, la creazione di un dormitorio femminile in viale Pilone.

Domanda obbligata sull’Asp, troncata dal sindaco: «Il core business di Asp deve essere pulire la città, che è sporca e, tramite Aec, illuminarla; oggi è purtroppo buia. Appena ci sarà il nuovo Cda valuteremo cosa fare con questa società partecipata».

Paolo Cavaglià

Banner Gazzetta d'Alba