Dichiarata la morte cerebrale del secondo carabiniere coinvolto nell’incidente a Bra

Incidente mortale vicino a Pollenzo. La vittima è un Carabiniere, 3 auto coinvolte

BRA Si aggrava, purtroppo, il bilancio dell’incidente avvenuto in borgata San Martino di Bra, non lontano da Pollenzo, in cui è morto l’appuntato scelto dei carabinieri, il canalese quarantatreenne Alessandro Borlengo.

Questa mattina i medici dell’ospedale Santa Croce di Cuneo hanno dichiarato la morte cerebrale del Carabiniere di 29 anni Giorgio Privitera, in servizio come Borlengo nella stazione di Sommariva del Bosco.

Da subito le sue condizioni erano sembrate disperate e a nulla sono serviti i tentativi di rianimazione effettuati al Santa Croce.

I due militari con un collega stavano trasportando un arrestato moldavo, ferito in modo non grave, al tribunale di Asti per l’udienza di convalida.

r.g.

Banner Gazzetta d'Alba