Venerdì a Corneliano presentazione del libro di Giulio Parusso

Venerdì a Corneliano presentazione del libro di Giulio Parusso

CORNELIANO L’Associazione culturale Giulio Parusso di Alba, in collaborazione con la Pro loco di Corneliano d’Alba e la Fondazione Torre di Corneliano d’Alba Onlus, presenta il libro “Il contributo dei cattolici albesi all’Unità d’Italia (1861-2011). Personaggi e date” di Giulio Parusso (1941-2014) venerdì 22 giugno, alle 20.45, nei locali del Centro culturale Cascina del Parroco.

Il legame tra Parusso, giornalista, storico, animatore culturale e il paese ha origine sin dal 1974, quando iniziò a collaborare con il periodico “La Chiacchiera” della Pro loco di Corneliano mediante la rubrica “Appunti per una storia di Corneliano”. Da dicembre 1975 partì la pubblicazione a puntate sul giornale degli Statuti. Nel 1978 la Pro loco diede alle stampe il suo libro “Corneliano nella storia del Roero. Gli statuti del 1915-1416”. L’11 marzo di quello stesso anno a Giulio Parusso fu conferita, in Comune, la cittadinanza onoraria.

Dopo alcuni anni di interruzione, nel 1985 collaborò nuovamente con la Chiacchiera con la rubrica “Note storiche: Corneliano tra storia e cronaca” fino all’aprile 1987, quando iniziò la pubblicazione a puntate degli “Ordinati del 1648”. La sua opera prosegue tuttora sulle pagine della Chiacchiera, nonostante la sua prematura scomparsa e continuerà ancora per parecchie uscite.

Una storia di collaborazione e di amicizia è stata, dunque, quella tra Giulio Parusso e Corneliano.

Venerdì 22 giugno quanti lo conobbero in questo percorso ricorderanno il suo contributo alla storia e al patrimonio culturale della comunità che va avanti anche grazie alla pubblicazione, nel 2017, del libro “Il contributo dei Cattolici albesi all’Unità d’Italia (1861-2011). Personaggi e date”, realizzata dall’Associazione culturale Giulio Parusso. Il volume raccoglie gli scritti pubblicati su Gazzetta d’Alba nel 2011 e 2012 in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. La storia locale prende forma attraverso personaggi locali e date. Nel primo articolo di questa serie si chiarisce l’intento dell’opera che è anche un appello: “Perché tutto questo non sia solo un guardare indietro, ma rivolto anche ai giovani di oggi e di domani, avrei una proposta per i parroci e per quei sindaci che ancora danno valore agli ideali alti e nobili: singolarmente, meglio ancora se uniti comune per comune, riscoprano e rendano onore a quelle persone che, disinteressatamente, hanno dato un contributo alla costruzione della nostra patria” scriveva Parusso.

Aprirà la serata l’avvocato Roberto Ponzio presidente dell’Associazione culturale Giulio Parusso.

Interverrà poi Virgilio Blardone, per tanti anni attivo con Parusso nell’attività di documentazione e di valorizzazione della storia locale, sul tema “Giulio Parusso: da giovane studente a cittadino onorario di Corneliano”.

La professoressa Graziella Cagna, archivista della Fondazione Torre Onlus di Corneliano d’Alba, parlerà di: “Gli statuti e la torre di Corneliano”. Il presidente della Fondazione Alessandro Torreri chiuderà gli interventi che saranno moderati da Giuseppe Gobino vicepresidente dell’Associazione culturale Giulio Parusso. Ingresso libero.

Per informazioni: info@giulioparusso.org

 

Banner Gazzetta d'Alba