Un giornale tutto nuovo quale segno di speranza

Cari amici lettori, Gazzetta d’Alba si rinnova. Il giornale che avete tra le mani è sempre lo stesso che da più di 130 anni porta nelle vostre case le notizie del territorio, ma la sua veste grafica è cambiata. Perché questa scelta? Prima di tutto abbiamo cercato di offrirvi un giornale ancora più bello e moderno, piacevole da sfogliare, chiaro nella suddivisione, omogeneo nelle parti. Per diversi anni sono stato vicepresidente della Fisc, la Federazione dei settimanali diocesani, e posso assicurarvi che Gazzetta è sempre stata apprezzata da tutti per i contenuti ma anche per la grafica. Oggi penso che ancora di più possiamo essere orgogliosi di avere, come diocesi e come territorio albese, un “bel giornale”, di cui essere fieri. Soprattutto quest’anno in cui celebriamo i cent’anni di fondazione della Famiglia paolina.
C’è un secondo motivo che ci ha spinto al rinnovamento. Nella situazione difficile che l’economia sta vivendo, anche nel nostro territorio, vogliamo offrire a tutti un segno di speranza, una spinta a non arrendersi, a tirar fuori le risorse e le energie, le idee e la creatività. Per guardare avanti, al futuro, con fiducia e con passione. Ci auguriamo che il rinnovamento di Gazzetta sia uno stimolo per tutti e che in tanti continuiate a sostenere il giornale acquistandolo in edicola o in abbonamento.
C’è poi un terzo motivo. Anche se abbiamo 132 anni alle spalle, siamo un giornale che si rivolge a tutti, compresi i giovani. È soprattutto pensando a loro, ma non solo, che abbiamo ampliato e aggiornato l’offerta: non c’è solo una nuova grafica del giornale di carta, firmata dal nostro giovane art director Luca Pitoni, già vincitore di numerosi premi. Ci sono anche un sito Internet rivisitato, le pagine Facebook e Twitter sempre più aggiornate e seguite e, infine, un’edizione digitale sfogliabile del giornale, accessibile attraverso il computer, il cellulare e il tablet. Un grazie per questo a Banca d’Alba per la collaborazione. Ognuno può così scegliere il modo più agevole e opportuno di avere Gazzetta sempre con sé e per tenersi aggiornato su quello che avviene nel territorio, senza rinunciare alla visuale ampia che ci caratterizza: non solo informazione, ma approfondimenti, inchieste, articoli di servizio per capire meglio la realtà in cui viviamo, per riflettere e per condividere le idee con tutti.
Antonio Rizzolo